Merano, galleria d'arte a cielo aperto con «Public Art Map»

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Public Art Map è un progetto attraverso il quale si possono ammirare installazioni, sculture e dipinti d’arte contemporanea, all’aperto e senza bisogno di gruppi o guide.

Il percorso mette in rete diversi progetti artistici internazionali della città di Merano e nasce dalla collaborazione fra Azienda di Soggiorno e Merano Arte. Fra le tappe figurano sei installazioni artistiche all’aperto realizzate per il festival “Primavera a Merano” tra il 2015 e il 2016, i dieci busti “Figure Umane” (2015-2017) sulla Passeggiata Lungopassirio e le otto opere d’arte realizzate nel 2003 per il progetto “art drive in” nel parcheggio delle Terme Merano. E ancora opere come il grande dipinto murale in bianco e nero del duo di artisti Blu & Ericailcane nel quartiere Steinach e la scultura in bronzo “Il cavallo di Maia” di Aligi Sassu, presso il ponte della Posta.

Quella statua di Enrico Mattei elogio al provincialismo

Public Art Map, la descrizione delle opere

Per ciascuna di queste opere sono disponibili una descrizione dettagliata in italiano, tedesco e inglese sulla landing-page “Public Art Map”, nonché l’MP3 per ascoltarle. Grazie a ciò, chiunque può visitare autonomamente con il proprio smartphone questa singolare galleria all’aperto e scoprire le opere nel contesto spaziale per il quale sono state create: lungo sentieri immersi nel verde, davanti a edifici sacri, come la chiesa evangelica, o sulle rive del Passirio.

public art map

Il progetto “Public Art Map” si propone di approfondire l’interesse per l’arte nello spazio pubblico. Il collegamento in rete delle opere e la loro valorizzazione sotto una nuova prospettiva rappresenta altresì un appello per un’attenta manutenzione futura delle creazioni. Inoltre a Merano si è appena concluso in concorso “L’ARTE per ricominciare“, cui hanno parteciapato 81 creativi e artisti, presentando le loro idee per decorare i totem trifacciali di MeranoMemo. In questi giorni sono state scelte le venti proposte migliori che sono esposte in tutta la città. Il progetto era rivolto, in particolare, alle persone creative che si occupano di grafica, fotografia, illustrazione ovvero di arte visiva in generale e ciascun vincitore riceverà un premio in denaro di 300 euro. Ad essere selezionate sono state le idee che – come previsto dal bando “Call for artists” – comunicano un forte messaggio di speranza. Le opere sono state stampate su pellicola e affisse sui totem di MeranoMemo presenti in centro e nei quartieri.

Ti potrebbe interessare