Menu

Nuovi modelli di finanziamento per l’imprenditoria culturale

Pubblicato il 6 novembre 2016 in Agenda, Culture

ws-explora_img2  

Dopo il successo del primo appuntamento di ottobre a Museion il prossimo incontro dal titolo WS explora 2: “Nuovi modelli di imprenditoria culturale opportunità di finanziamento” sarà il 10 e 11 novembre all’Università di Bolzano. Il tema verrà sviluppato in una tavola rotonda pubblica e in un workshop condotto da Damiano Aliprandi della Fondazione Fitzcarraldo. Ricercatore senior e coordinatore dell’Area Ricerca e Consulenza di Fondazione Fitzcarraldo, si occupa principalmente di tematiche connesse al rapporto tra territorio, cultura e innovazione. All’attività di ricerca combina, da sempre, quella di operatore culturale. Presidente di Associazione YLDA è coordinatore di diversi progetti di valorizzazione del territorio attraverso l’arte e la creatività, sia in ambito rurale sia urbano. E’ responsabile dell’evento “Paratissima”, la vetrina dell’arte e della creatività giovanile di Torino, e uno dei promotori di “Caplavur”, piattaforma di servizi che incentiva l’incontro tra giovani designer, artigiani e aziende e del progetto “Lombroso16” polo culturale sull’arte e sul design di Torino.

Nella tavola rotonda di giovedì 10 alle 18,30 in aula F6 – aperta al pubblico e ad ingresso gratuito-  si parla di “nuove forme di imprenditoria culturale: quali vie possibili?” e attraverso il confronto con diverse esperienze provenienti da tutta Italia, sarà occasione per interrogarsi su nuovi modelli di imprenditoria in ambito culturale e creativo. Importanti gli ospiti che porteranno la loro personale esperienza a livello nazionale moderati da Aliprandi: Federico Bomba, regista teatrale e direttore strategico di Sineglossa Creative Ground, si occupa di immaginare interventi artistici per pubbliche amministrazioni e imprese, convinto che la cultura sia il più efficace strumento di innovazione a disposizione degli esseri umani; Filippo Cantoni di Toscolano 1381 e valle delle Cartiere (“Toscolano 1381: una carta, una storia, un futuro” è un progetto che vuole tutelare e promuovere la storia e le attività custodite nella vecchia cartiera di Maìna Inferiore, una ex fabbrica incastonata nel cuore della Valle delle Cartiere, fra piante di ulivo e limonaie, a Toscolano Maderno, Comune rivierasco legato da sempre alla storia della carta) e Marco Trevisan di Euganea Film Festival, manifestazione che si svolge durante l’estate e che si pone l’obiettivo di valorizzare le risorse del territorio dei Colli Euganei attraverso il cinema, il teatro e la musica. Durante Euganea Film Festival castelli, ville, corti e parchi diventano le suggestive location di uno degli eventi culturali più importanti dell’estate euganea. A seguire, alle 20.30 un momento di networking con l’aperitivo e il djset di Jannis Schäferer.

Il giorno seguente, venerdì 11, dalle 9.30 alle 16 il workshop pensato per gli interessati e gli addetti ai lavori: Ripensare la sostenibilità di un’impresa culturale.  Un workshop concepito per riflettere sulle nuove forme di sostenibilità per le imprese culturali e creative, a partire dalla costruzione di un funding mix e dall’analisi delle nuove opportunità alternative di finanziamento presenti oggi in Italia. Per iscrizioni e costi: hello@weighstation.eu e www.weighstation.eu. Le iscrizioni sono ancora aperte: ecco come ottenere uno sconto con Alto Adige Innovazione.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211