PagoPA: attivato in quasi tutti i comuni dell'Alto Adige il sistema di pagamento digitale

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Dopo un primo passo con l’introduzione di IO, l’Italia continua la sua rotta verso un’amministrazione digitale. Arriva ora anche in Alto Adige pagoPA, il nuovo sistema nazionale dei pagamenti digitali verso la pubblica amministrazione.

Quasi tutti i Comuni e le Comunità comprensoriali della Provincia autonoma di Bolzano hanno attivato il nuovo sistema di pagamento. Gli ultimi enti seguiranno nelle prossime settimane. Ciò significa che non c’è più nulla che impedisca il lancio di pagoPa nei comuni sudtirolesi, spiega Andreas Schatzer, presidente del Consorzio del comuni dell’Alto Adige. Solo recentemente, a causa di numerose difficoltà di attuazione da parte delle amministrazioni pubbliche, il governo ha deciso di rinviare il termine per l’utilizzo esclusivo della piattaforma pagoPa al 28 febbraio 2021.

Il pagamento digitale è uno dei punti cruciali nel programma del governo, sia per far fronte all’riciclaggio, sia per facilitare transazioni di denaro verso servizi pubblici, evitando così odissee da servizio a servizio. Tutte le amministrazioni pubbliche hanno l’obbligo di aderire al nuovo sistema e in futuro dovranno incassare le proprie entrate esclusivamente attraverso la piattaforma pagoPA. Con pagoPA i pagamenti diventano più semplici, sicuri e trasparenti. Al sistema sono collegati anche numerosi prestatori di servizi di pagamento del sistema bancario e di altri istituti di pagamento.

 

Iscriviti al canale Telegram!  👉🏻  https://t.me/altoadigeinnovazione

Seguici su Facebook 👉🏻  https://www.facebook.com/altoadigeinnovazione/

Seguici su Linkedin 👉🏻  https://www.linkedin.com/company/alto-adige-innovazione/

PagoPA: come funziona

PagoPa può essere utilizzato per il pagamento di tributi, tasse, utenze, rette, imposte di bollo e qualsiasi altro tipo di entrata delle amministrazioni pubbliche che hanno aderito al sistema. I pagamenti con il modello F24 e le autorizzazioni di addebito diretto SDD rimangono per il momento esclusi. In Alto Adige il servizio è offerto da Alto Adige Riscossioni SpA come intermediario tecnologico per tutti gli enti pubblici della provincia. I pagamenti possono quindi essere effettuati sia attraverso il portale ePayS di Alto Adige Riscossioni SpA (portale unico degli enti del territorio) sia attraverso i canali fisici o telematici delle banche e di altri prestatori di servizi di pagamento (Posta, SISAL, Lottomatica, tabaccai).

PagoPA consente ai cittadini e alle imprese di effettuare pagamenti in forma elettronica, di scegliere liberamente il canale di pagamento e lo strumento di pagamento, di verificare in tempo reale l’esito dell’operazione e di ottenere una ricevuta di pagamento valida. “L’estratto conto” permette, in qualsiasi momento, di monitorare le fatture e i documenti pagate e ancora da pagare e, se necessario, di effettuare il pagamento.

PagoPA, più sicurezza con il codice univoco

Le pubbliche amministrazioni con pagoPA possono velocizzare la riscossione delle proprie entrate e ridurre i costi. Grazie al codice identificativo univoco del versamento, ogni pagamento può essere immediatamente e correttamente abbinato al soggetto tenuto al pagamento. Inoltre, il codice identificativo univoco del versamento consente di riconciliare automaticamente il pagamento con i documenti contabili e i programmi tariffari. È stata una grande sfida per i programmatori del Consorzio dei comuni far comunicare tra loro i diversi programmi informatici, afferma il presidente del Consorzio Andreas Schatzer.

Ti potrebbe interessare