Menu

Acqua, biomassa, legna: tutti i «servizi» della natura a portata di clic

Pubblicato il 2 Agosto 2018 in Innovazione

acqua  

Gli ecosistemi alpini offrono acqua potabile, foraggio, legname e legna da ardere. Contribuiscono a mitigare le emissioni di gas serra e permettono alle persone di svolgere attività ricreative all’aria aperta. Questo ventaglio di possibilità rientra nei cosiddetti «servizi ecosistemici», cioè servizi che la natura mette gratuitamente a disposizione dell’uomo. Per rendere evidente il valore di questi servizi che spesso sfruttiamo in maniera inconsapevole, i ricercatori di Eurac Research assieme ai colleghi dell’Università di Innsbruck hanno mappato e quantificato otto importanti servizi ecosistemici nelle regioni attraversate dalle Alpi. L’obiettivo è quello di dare agli amministratori uno strumento per pianificare in modo sostenibile la gestione del territorio. Tutti i risultati sono raccolti in una pubblicazione gratuita e consultabili online (www.alpes-webgis.eu).

Dalla legna all’acqua

Per ognuno dei servizi ecosistemici presi in considerazione, ad esempio acqua potabile, legna da ardere, protezione da smottamenti, i ricercatori hanno elaborato delle mappe che mostrano, per tutto l’arco alpino, dove questi servizi vengono prodotti e dove vengono consumati. «Quantificare i servizi ecosistemici ci aiuta a capire se li stiamo usando in maniera adeguata. Ragionare in termini di domanda e offerta può sembrare strano, soprattutto quando si parla di beni immateriali, come la possibilità di godere di un bel paesaggio, ma ci permette di identificare le aree in cui le risorse sono sfruttate eccessivamente e zone dove esiste un potenziale di uso sostenibile non sfruttato», spiega Alice Labadini, ricercatrice di Eurac Research. Questo aspetto emerge chiaramente dalle mappe. Considerando l’Alto Adige, ad esempio, dalle nostre mappe si nota come l’offerta di luoghi adatti ad attività ricreative all’aperto sia molto alta nelle Dolomiti e nella zona dell’Ortles. Mentre nel primo caso a un’offerta elevata corrisponde una domanda altrettanto significativa, nel caso dell’Ortles la domanda di attività ricreative da parte di residenti e turisti è bassa. In altri casi invece è la domanda a superare l’offerta. Succede in pianura padana dove la richiesta di acqua, soprattutto a scopo irriguo e industriale è molto elevata, ma la disponibilità è bassa.

Ecosistemi, lo strumento delle mappe

«Poter localizzare e quantificare l’effettivo utilizzo delle risorse è fondamentale, perché ogni decisione legata alla gestione del territorio impatta sulla natura. Le mappe offrono agli amministratori uno strumento pratico per pianificare in modo consapevole lo sviluppo territoriale e far sì che anche le prossime generazioni possano godere dei servizi che la natura ci offre», conclude Labadini. Gli otto servizi ecosistemici mappati dai ricercatori riguardano servizi di fornitura (acqua potabile, biomassa, legna da ardere), servizi di regolazione (filtraggio dell’acqua, protezione da smottamenti, sequestro di anidride carbonica) e servizi culturali (possibilità di svolgere attività ricreative all’aperto e presenza di piante o animali simbolo delle Alpi).

Il progetto

Il monitoraggio dei servizi ecosistemici è stato svolto nell’ambito del progetto europeo AlpES: Alpine Ecosystem Services – mapping, maintenance, management, co-finanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale tramite il Programma Alpine Space. Il progetto riunisce sotto la guida di Eurac Research dieci partner dell’arco alpino. Le mappe sono raccolte nella pubblicazione “Ecosystem Services in the Alps: A Short Report”, disponibile gratuitamente alla reception di Eurac Research e possono essere consultate anche online: www.alpes-webgis.eu.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211