Treno della Pusteria boom: +12% nel 2015

Pubblicato il 12 Febbraio 2016 in Infrastrutture

trasporto pubblico  

Il treno della Pusteria ha incrementato i passeggeri del 12% nel 2015 rispetto all’anno precedente. Un segnale di come la mobilità ferroviaria possa essere vincente ad alta quota, e un buon viatico per la firma che domani sarà posta in calce all’intesa fra Alto Adige e Veneto sul progetto di Trento delle Dolomiti che collegherà proprio la Val Pusteria con Cortina e Venezia.

Trasporto pubblico: viaggiatori aumentati del 2,7%
Ferrovia della Val Pusteria

Ferrovia della Val Pusteria

Ma è tutto il trasporto pubblico interno all’Alto Adige a mostrarsi in salute, dato in controtendenza con un’Italia dove i tagli ai bus e ai treni locali fanno calare le obliterazioni. Che a Bolzano si incrementano del 2,7% nel 2015 sul 2014, con 4 milioni di viaggi in più del 2013, e un tasso di crescita degli autobus extraurbani pari al +3,6% e del trasporto ferroviario locale del +3,7%. Il ferro piace anche se si tratta di andare a Roma, visti i risultati incoraggianti del Frecciargento da Bolzano alla capitale.

I numeri assoluti sono i seguenti: 9,8 milioni di corse convalidate nelle ferrovie, 22 milioni di obliterazioni negli autobus extraurbani, 19,7 milioni nei bus urbani, 1,5 milioni negli impianti funiviari del trasporto integrato.

Alto Adige Pass per un quarto della popolazione

La tessera-abbonamento Alto Adige Pass, introdotta nel febbraio 2012 e valida per il trasporto pubblico integrato in tutta la provincia, dopo quattro anno rappresenta una certezza: se ne contano 137.091 di attive, che su una popolazione provinciale di 518 mila abitanti rappresenta un quarto dei residenti. Nell’arco degli ultimi dodici mesi sono stati richiesti 14.712 nuovi Alto Adige Pass. Dalla sua introduzione nel febbraio 2012, 180.187 persone hanno stipulato un contratto per l’Alto Adige Pass. Fra gli abbonamenti attivi, 44.197 a tariffa-family ridotta. Sono 722 i titolari di Alto Adige Pass che lo scorso anno hanno percorso più di 20mila km con mezzi di trasporto pubblici e hanno avuto così la possibilità di viaggiare per il restante periodo dell’anno a tariffa zero.

Anche dopo l’introduzione del canone annuale, la maggior parte degli alunni e dei senior ha rinnovato l’abbonamento. Oggi 78.217 studenti e 48.918 anziani sono abbonati al trasporto pubblico e 6.963 viaggiatori con invalidità sono in possesso di un Alto Adige Pass free. «Il fatto che oltre la metà della popolazione altoatesina abbia un abbonamento, con trend in crescita costante, è motivo di soddisfazione e conferma l’orientamento a cercare alternative valide rispetto al mezzo di trasporto privato» dice l’assessore provinciale ai trasporti Florian Mussner. I dati dei trasporti relativi al 2014 si possono leggere a questo link.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211