Tetti verdi a Bolzano Sud, l'oasi di serenità nel cuore produttivo altoatesino

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Dentro, nelle fabbriche, si produce. Oppure, nei parchi tecnologici come il Noi Techpark, si ripensa il futuro. Poi si sale sopra, nel tetto: là dove si può trovare un’oasi di serenità. Un’oasi verde. Prosegue l’impegno del Comune di Bolzano nel promuovere la costruzione di tetti verdi Bolzano in città. Dopo aver avviato negli anni passati con Eurac Research ed IDM un tavolo di lavoro sul tema e dopo alcuni approfondimenti con la Provincia, il Centro di Sperimentazione di Laimburg, l’Università di Trento e la Libera Università di Bolzano, inizia ora un progetto focalizzato sulla zona produttiva di Bolzano Sud.

Tetti verdi Bolzano, a Sud una «zona strategica»

«L’Ufficio Geologia, Protezione Civile ed Energia dell’Assessorato all’Ambiente del Comune capoluogo ha infatti conferito l’incarico all’Istituto per le Energie Rinnovabili di Eurac Research per un progetto sullo sviluppo dei tetti verdi specifico per la zona di Bolzano Sud – spiega una nota del Comune -. Il progetto prevede l’attivazione di un processo imprenditoriale per la creazione di verde pensile come infrastruttura ecologica che coinvolgerà i proprietari degli immobili della zona produttiva attraverso interviste e workshops. La scelta della zona di Bolzano Sud è strategica perché è la più soggetta agli effetti del fenomeno dell’isola di calore e per la presenza di numerosi tetti piani, già mappati dal Comune, potenzialmente adatti per ospitare un tetto verde».

Nuovo rifugio Petrarca, in estate via ai lavori: investimento da oltre tre milioni di euro

La trasformazione dei tetti tradizionali in tetti verdi permetterà di incidere positivamente sul microclima urbano, sui consumi energetici dell’involucro edilizio, sul microclima interno all’edificio, sulla regimazione idrica, sulla biodiversità e la connettività, sugli aspetti ricreativi e di benessere fisico, psicologico e lavorativo degli occupanti.  Il progetto si svilupperà nei prossimi mesi estivi, il workshop finale è previsto per l’inizio dell’autunno.

LEGGI: PROROGATA L’ORDINANZA ANTI MOVIDA

Ti potrebbe interessare