Sella, prima chiusura. Sui passi dolomitici 1,2 milioni di auto l’anno

Pubblicato il 4 Luglio 2017 in Infrastrutture, Territorio

 

La data è in un certo modo storica: mercoledì 9 luglio chiude, per la prima volta, la strada di accesso al passo Sella (dalle 9 alle 16). Stop alle auto, spazio solo a ciclisti, pedoni, mezzi pubblici e veicoli elettrici. «Inizia una nuova era per i passi dolomitici – commenta l’assessore Richard Theiner – puntiamo a incentivare un nuovo stile di vita per quanto riguarda l’approccio alle montagne: tutti devono essere consapevoli del fatto che in un territorio come quello delle Dolomiti ci si può spostare solamente tenendo in considerazione il delicato equilibrio ecologico e paesaggistico che ci circonda».

Passo Sella chiuso 9 volte in luglio e agosto

Il progetto pilota che porterà a nove chiusure di Passo Sella in tutti i mercoledì di luglio e agosto si intitola #dolomitesvives, e per garantire sia l’organizzazione che lo svolgimento delle iniziative messe in campo non solo dai Dipartimenti ambiente, strade e mobilità, ma anche dalle organizzazioni turistiche del territorio, la Giunta provinciale ha stanziato una somma pari a 203mila euro. I fondi sono stati assegnati a IDM Alto Adige, che assieme a Trentino Marketing si occupa della parte organizzativa e comunicativa dei nove eventi, per i quali è prevista una notevole eco a livello sia nazionale che internazionale.

Monitoraggio sull’impatto del progetto

Da segnalare, inoltre, l’importante attività di monitoraggio svolta dall’EURAC, che analizzerà tramite sondaggi di qualità l’impatto della chiusura dei passi sulla quotidianità di residenti e ospiti, nonchè sulle imprese attive nel settore del turismo e in quello produttivo. L’Ufficio provinciale aria e rumore, invece, effettuerà dettagliate analisi sulla qualità dell’aria nei mesi estivi a Passo Sella tenendo conto delle nove giornate di chiusura alle auto. «Con il progetto pilota #dolomitesvives – ha aggiunto Theiner – facciamo un importante passo in avanti verso un Alto Adige sempre più regione modello per la mobilità sostenibile grazie al lavoro comune assieme al vicino Trentino per la tutela dell’ambiente ed una migliore qualità di vita».

Sui passi 1,2 milioni di auto l’anno

Per sottolineare il valore di un’iniziativa del genere, l’assessore Richard Theiner cita due dati: «Ogni anno circa 1,2 milioni di auto transitano sui passi dolomitici, con un picco nel mese di agosto di 2.300 veicoli al giorno. Si tratta dunque di un segnale importante, anche se ovviamente non ancora decisivo». Come detto, la prima tappa di #dolomitesvives avrà luogo domani (mercoledì 5 luglio) con la manifestazione principale ospitata dall’arena naturale vicino al Mountain Resort a Passo Sella: saranno presenti l’alpinista di fama mondiale Reinhold Messner, che parlerà del suo rapporto con le Dolomiti, gli assessori altoatesini Florian Mussner e Richard Theiner e l’assessore trentino Mauro Gilmozzi, previsto un programma culinario e musicale con le bande delle valli di Fassa, Gardena e Badia.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211