«Curon» (la serie) è online su Netflix

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

E’ disponibile per tutti gli abbonati, da oggi mercoledì 10 giugno, «Curon» la serie Netflix ambientata attorno al lago di Resia e all’ormai celeberrimo campanile. Diretta da Fabio Mollo (primi 4 episodi) e Lyda Patitucci (altri 3), Curon sceneggiata da Ezio Abbate, la serie “Curon” è  interpretata da Valeria Bilello nei panni di Anna, Federico Russo nei panni di Mauro, Margherita Morchio nei panni di Daria, Luca Lionello nei panni di Thomas, Anna Ferzetti nei panni di Klara, Juju Di Domenico nei panni di Miki, Alessandro Tedeschi nei panni di Albert, Giulio Brizzi nei panni di Giulio, Max Malatesta nei panni di Ober, Luca Castellano nei panni di Lukas. Le riprese di “Curon” si sono svolte principalmente in Alto Adige (con il sostegno di Idm) lo scorso inverno, La troupe ha allestito il set in Val Venosta tra Curon e Malles, ma anche sul Lago di Caldaro e a San Felice in Trentino.

La trama

Anna è appena tornata a Curon, sua città natale, insieme ai suoi gemelli adolescenti, Mauro e Daria. Quando Anna scompare misteriosamente, i ragazzi dovranno intraprendere un viaggio che li porterà a svelare i segreti che si celano dietro l’apparente tranquillità della cittadina e a trovarsi faccia a faccia con un lato della loro famiglia che non avevano mai visto prima. Scopriranno che si può scappare dal proprio passato ma non da se stessi.

Numeri ridotti, ticket online e niente sport: il Lido di Bolzano riapre a metà

Il cast al completo era presente oggi al “press day” in streaming organizzato da Netflix per presentare le sette puntate della prima stagione.Valeria Bilello ha presentato il suo personaggio, Anna, che se ne va da Curon giovanissima incinta di due gemelli, per tornarci molti anni dopo per riscoprire il suo passato e ha ricordato che il suo è un ritorno a Netflix dopo la produzione internazionale “Sense8” del 2017.

A interpretare i figli di Anna, Margherita Morchio nel ruolo di Daria e Federico Russo nel ruolo di Mauro. Gli attori, entrambi molto giovani, si sono detti particolarmente emozionati (Margherita Morchio) e “straniti” (Federico Russo) nell’essere protagonisti di una serie che sarà vista in 190 paesi.
In particolare, Federico Russo ha ammesso di essersi adeguato ai ritmi tranquilli di Curon “E’ tutto molto diverso dal luogo in cui vivo all’interno del Grande Raccordo Anulare”.
Luca Lionello, interprete di Thomas (personaggio che vive nel suo albergo senza stelle con un lupo selvaggio appena catturato e che non riesce ad addomesticare) invece, ha sottolineato quanto sia stato gratificante lavorare in un posto meraviglioso come l’Alto Adige. E’ un luogo preservato in maniera straordinaria. Il popolo delle montagne è un grande popolo”

Massimiliano Boschi

Ti potrebbe interessare