I giovani imprenditori a «scuola» da Niederstätter per scoprire l’edilizia del futuro

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Una delegazione di 22 imprenditori dell’Ance Giovani di Trento e Verona ha fatto visita nella giornata di venerdì 7 ottobre all’azienda altoatesina Niederstätter, specializzata nei servizi a 360° di vendita e noleggio dei macchinari edili nell’area del Nordest. Un’occasione di scambio di know-how e di scoperta delle strutture e delle tecnologie che Niederstätter utilizza ogni giorno per innovare, rinnovare e ottimizzare il comparto edile. Il gruppo di giovani imprenditori ha iniziato la giornata facendo tappa alla Niederstätter Academy all’interno della moderna e recentemente rinnovata area del Safety Park di Vadena, dove l’azienda tiene corsi di formazione per gruisti, carrellisti, operatori di macchine movimento terra e gru mobili. Qui, i giovani imprenditori sono stati accompagnati dagli esperti della Niederstätter SpA in un tour attraverso diverse stazioni tematiche: dall’approfondimento della tecnologia BIM per la realizzazione di soluzioni modulari personalizzate alla scoperta dei molteplici servizi di assistenza e supporto che Niederstätter offre ai suoi clienti che acquistano o noleggiano una gru. Successivamente è stato presentato un quadro complessivo delle diverse attività immersive dedicate alla formazione per poi dedicarsi ai test pratici con l’uso di simulatori con scenari in virtual reality dimacchinari da cantiere presenti nell´area off-road dell´Academy e di modelli di gru tra i quali la Liebherr 125K e la Liebherr 240 EC-B Fibre.

“Siamo stati felici di poter accogliere nelle nostre sedi questi giovani imprenditori con cui abbiamo potuto scambiare idee, riflessioni e consigli. Momenti come questi sono necessari per crescere e imparare reciprocamente, e soprattutto per raccogliere nuove conoscenze da poter applicare nel lavoro quotidiano”, spiega Daniela Niederstätter, membro del Consiglio d’Amministrazione dell’azienda.

IL CAMBIO GENERAZIONALE D’IMPRESA FAMIGLIARE

L’appuntamento principale della giornata è stata la tavola rotonda dedicata al tema del cambio generazionale nelle imprese familiari. Tra gli ospiti d’eccezione erano presenti Carlotta Benedetti, ricercatrice al Dipartimento di management, economia e ingegneria industriale del Politecnico di Milano, Alessandro Angelini, CEO dell’impresa edile Angelini Remo & Co, e Daniela Niederstätter, membro del Consiglio d’Amministrazione di Niederstätter SpA, che hanno accolto favorevolmente questa occasione per dialogare e analizzare i passaggi cruciali di una neo-gestione aziendale, sia dal punto di vista strutturale che organizzativo. Proprio Daniela Niederstätter ha colto l’importanza dell’evento, offrendo un punto di vista personale sul processo e la storia del passaggio generazionale nell’impresa della sua famiglia che opera sul mercato edile da ormai 50 anni. Un discorso che ha cercato di ispirare i giovani imprenditori Ance. “Quello del passaggio del testimone in un’impresa è sempre un momento delicato che va affrontato in maniera chiara e decisa – ha spiegato Daniela Niederstätter -. È necessario saper scindere il lato imprenditoriale da quello familiare, sapere applicare una governance fatta di regole chiare e saper condividere obiettivi e piani d’azione comuni”.

A conclusione della giornata, i giovani imprenditori si sono infine spostati nella sede centrale di Campodazzo, in Valle Isarco, dove assieme alla curatrice Sabine Gamper hanno potuto visitare il centro nevralgico di Niederstätter non solo come centro operativo, ma anche come spazio espositivo di opere artistiche legati a componenti edili.

Ti potrebbe interessare