Fiere digitali, in arrivo i contributi per l'internazionalizzazione

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

La giunta provinciale ha approvato i nuovi criteri per accedere ai contributi per l’internazionalizzazione, adeguandoli ai nuovi bisogni affiorati con l’emergenza Coronavirus. In futuro sarà così possibile ottenere finanziamenti anche per partecipare a fiere che si svolgono in formato digitale. La richiesta di sostenere le imprese anche per la partecipazione alle fiere digitali era stata fortemente richiesta dal Comitato della Piccola Impresa di Assoimprenditori Alto Adige, come spiegano Vinicio Biasi (Microgate Srl) e Oswald Eller (Eller Srl): “Purtroppo le restrizioni legate all’emergenza Coronavirus hanno fatto saltare gran parte delle manifestazioni fieristiche. Si tratta di appuntamenti fondamentali soprattutto per le imprese di minori dimensioni, perché danno la possibilità di presentarsi su nuovi mercati. La promozione si è spostata in molti casi su canali digitali e molte imprese hanno dovuto riorganizzarsi facendo investimenti importanti e puntando sulla formazione e riqualificazione dei propri collaboratori: anche questo è un modo di fare innovazione”.

Biasi sottolinea inoltre gli sforzi enormi che stanno facendo molte imprese per mantenere la propria posizione sui mercati internazionali: “Con le limitazioni imposte dal Covid è già complicato spostarsi di pochi chilometri per andare da un Comune all’altro. Basta questo per capire le difficoltà a cui va incontro un’impresa che deve raggiungere altri Paesi o addirittura altri continenti”, spiega. Per migliorare questa situazione le imprese chiedono di accelerare sui vaccini dando priorità ai dipendenti delle imprese esportatrici che devono spostarsi per esigenze lavorative, così come una normativa europea che garantisca la libera circolazione tra i Paesi membri nel rispetto anche dei principi dei “Corridoi Verdi”.

Ti potrebbe interessare