Coronavirus, Provincia e banche in tandem per sostenere l'economia

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

La Provincia di Bolzano, gli istituti bancari dell’Alto Adige e le cooperative di garanzia intendono fare ricorso a tutte le possibilità esistenti per ammortizzare le conseguenze economiche delle misure restrittive adottate per contenere la diffusione del Coronavirus. Questa mattina (11 marzo) nel corso di una videoconferenza il presidente della Provincia Arno Kompatscher e gli assessori all’economia Philipp Achammer e all’agricoltura e al turismo Arnold Schuler si sono confrontati con banche e cooperative su una serie di misure per aiutare cittadini e imprese a superare l’attuale situazione economica. Si è convenuto di procedere in stretto coordinamento reciproco.

Mantenere la liquidità circolante

A prescindere dalle misure di sostegno attesi dai decreti statali nei prossimi giorni, l’intendimento comune è quello di evitare in questa fase acuta ogni difficoltà nella liquidità circolante e dove possibile procurarsi nuova liquidità. Per quanto riguarda la normativa a livello statale, il presidente Kompatscher è in costante contatto con il Governo di Roma.

Più flessibilità nel rimborso dei prestiti

Tutti i partecipanti alla videoconferenza hanno convenuto che la misura per evitare crisi di liquidità è quella offrire la possibilità di sospendere il pagamento delle rate dei mutui, allungare la scadenza dei prestiti e concedere, ove possibile, finanziamenti per far fronte ad esigenze di liquidità. Gli istituti bancari si sono detti pronti a individuare soluzioni in questa direzione. Tuttavia la gestione delle di forme di moratoria sono soggette a regole severe stabilite dalla Banca centrale europea. Il governatore Kompatscher ha promesso di fare pressione sul presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte affinché intervenga a livello europeo per garantire una maggiore flessibilità di queste norme, come già richiesto anche dall’Associazione delle Banche Italiane.

Sostegno è stato garantito anche da parte delle cooperative di garanzia Garfidi e Confidi. La Provincia, dal canto suo, fornirà un sostegno finanziario alle cooperative di garanzia affinché abbiano più spazio di manovra nelle loro garanzie alle banche e alle imprese.

Appello alle aziende: contattare le banche prima che i crediti vadano in scadenza

Il messaggio congiunto e urgente dei politici e degli istituti bancari è stato univoco: la cosa più importante è che le imprese si rivolgano alle banche e alle cooperative di garanzia il più presto possibile, e in ogni caso prima che i pagamenti e le rate di rimborso vadano in scadenza.

Il presidente Kompatscher e gli assessori Achammer e Schuler hanno inoltre promesso di concedere proroghe per il rimborso dei prestiti finanziati dal fondo di rotazione. Questa misura aveva già avuto un effetto positivo durante la crisi finanziaria del 2008.

Mutui per la casa: concedibili dilazioni

Una particolare attenzione andrà riservata anche alle famiglie titolari di mutui, che potranno beneficiaredelle possibilità di sospensione del pagamento delle rate di mutuo.

Indipendentemente dalle misure a breve termine da adottare subito, è importante offrire un sostegno alle famiglie e alle imprese anche a medio termine. La Provincia sta mettendo insieme un pacchetto di azioni per integrare le misure governative che si prevede verranno adottate. La Provincia, le banche e le cooperative di garanzia vogliono fare tutto ciò che è in loro potere per aiutare a gestire e superare la crisi.

Ti potrebbe interessare