Cgil-Filcams: «Rinnovare gli ammortizzatori sociali per il turismo»

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

«È fondamentale rinnovare gli ammortizzatori sociali per il settore del turismo». A ribadirlo è Cgil/Agb assieme alla categoria Filcams/Lhfd.

I sindacati considerano necessario, vista la situazione pandemica, provvedere immediatamente ad una ulteriore proroga degli ammortizzatori con causale Covid, in scadenza il 31 dicembre.

In Alto Adige erano state previste da un accordo ulteriori 8 settimane di cassa integrazione in deroga con fondi provinciali, ma in questo momento non sono utilizzabili per la mancanza della circolare attuativa. Per questo i sindacati sollecitano l’assessorato a concludere l’iter con il ministero.

In Provincia i lavoratori interessati sono circa 39mila, numeri più importanti di quelli riscontrati nell’anno 2019. Di questi, un quarto è a tempo indeterminato, gli altri sono contratti di breve durata. Lavoratori ai quali, secondo i sindacati, andrebbe rivolta una diversa attenzione, tenuto conto del preoccupante dilagare della variante Omnicron che potrebbe acuire la situazione e vederli tutti nuovamente inoccupati, senza sufficiente copertura economica.

Secondo Cgil/Agb e Filcams/Lhfd, per quanto riguarda gli operatori del settore con contratti stagionali sarebbe indispensabile riproporre gli aiuti Covid provinciali, che permetterebbero di supplire all’indennità di disoccupazione che sarà fortemente ridotta in caso di peggioramento della situazione pandemica, anche alla luce del grande numero di disdette di pernottamenti pervenute in questi giorni.

Ti potrebbe interessare