Ranking Censis, piccolo è bello: Unibz ancora prima

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Quattro indizi fanno una prova: per il quarto anno consecutivo, infatti, la Libera Università di Bolzano si piazza al primo posto della classifica Censis – Repubblica degli atenei italiani. Unibz primeggia nella sua categoria: piccoli atenei non statali. La classifica Censis, infatti, suddivide gli atenei in base alla provenienza dei fondi e all’organizzazione (statali e non statali) e alle dimensioni.

Andando a guardare il pelo nell’uovo, il punteggio complessivo Unibz è in leggero calo rispetto l’anno scorso, 101,4 punti contro i 102,4 dello scorso anno. Ecco la classifica generale del 2020:

unibz censis

Facendo il confronto voce per voce Unibz cala nell’indicatore borse (90 quest’anno, era 92), strutture (104, era 105), comunicazione e servizi digitali (101, era 103). Punteggio invariato per servizi (110) e internazionalizzazione (112). Quest’ultimo da sempre fiore all’occhiello dell’ateneo bolzanino, così come ci si aspetta da un’università trilingue di confine. Unibz sta cercando intanto 10 ingegneri per attivare il corso di ingegneria meccanica.

Nuovi voli da Verona: tratte su Berlino e Dusseldorf a partire da fine luglio

La crescita di Unibz

Nei Times Higher EducationWorld University Rankings, nel 2020 l’università bolzanina si è posizionata nel gruppo 401-500 su quasi 1400 università complessive. Spiccano su tutti i risultati nelle categorie “Citations” (con uno score del 77.9 tra le top 260) and ) e “International outlook” (con uno score del 77,9 tra le top 250). Tra le 45 università italiane presenti, l’ateneo raggiunge la diciasettesima posizione.  Nel 2019 World’s Best Small Universities Ranking, Unibz si è classificata tra le migliori venti piccole università al mondo.

LEGGI: IN VENETO SI TESTA IL TAMPONE VELOCE

Nel 2020 l’ateneo è entrato per la prima volta nel QS World University Rankings 2021 al rango 601-650 tra le 5000 università analizzate. Si posiziona al 131° posto nella categoria “International Faculty”.E sempre quest’anno, per quanto riguarda U-Multirank, l’ateneo ha raggiunto 11 top scores nelle categorie tra cui prodotti artistici, posizioni post-dottorali (post-doc positions), coinvolgimento territoriale (anche sulla base del numero di laureati che trovano lavoro nella regione).

Ti potrebbe interessare