Menu

Turismo Alto Adige, un’estate da record: 19,7 milioni di presenze

Pubblicato il 30 novembre 2016 in Turismo

turismo alto adige  

Record assoluto di presenze e arrivi per il turismo Alto Adige. Dall’analisi sulla stagione turistica estiva 2016, nel periodo compreso fra maggio e ottobre, realizzata dall’Istituto provinciale di statistica ASTAT, emerge che le presenze del turismo Alto Adige hanno toccato quota 19,7 milioni. Si tratta del valore massimo mai registrato, un record storico confermato dalla crescita sia in termini numerici (+1,4 milioni rispetto al 2015), che percentuali (+9,2% di arrivi, +7,9% di presenze). Tra i principali mercati di riferimento spicca la forte crescita di presenza turistica proveniente dalla Germania (+9,6%), mentre il mese di maggiore attrazione si conferma agosto: nel 2016, infatti, i pernottamenti sono stati oltre 5,7 milioni, con una crescita del 4,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Turismo Alto Adige, lo studio

Nella stagione estiva 2016 la gran parte delle presenze del turismo Alto Adige (76,2%) si registra negli esercizi alberghieri. La categoria a 3 stelle è, come di consueto, la più gettonata: la prediligono 6,9 milioni di ospiti che fanno registrare un aumento del 6,0%, pari a 388 mila unità in più rispetto alla stagione estiva del 2015. Le presenze della categoria a 3 stelle rappresentano inoltre il 45,7% di quelle totali relative al turismo Alto Adige. Anche quelle nelle categorie superiori, pur se numericamente inferiori, subiscono un incremento: in particolare gli esercizi a 5 stelle fanno salire le presenze del 50,6% rispetto alla stagione estiva del 2015. Inoltre, l’estate 2016 segna un aumento dei campeggi per il 9,4%.

Turismo Alto Adige, Merano in testa

Fra gli esercizi alberghieri gli ospiti, che rimangono più a lungo in Alto Adige, soggiornano prevalentemente in residence e vi trascorrono in media 6,6 giorni. Negli esercizi agrituristici pernottano circa 1,8 milioni di turisti con una permanenza media di 6,8 giorni. L’indice di utilizzazione dei posti letto negli esercizi alberghieri ammonta nella stagione estiva 2016 al 54,1%. Il valore percentuale più alto lo registrano i consorzi turistici di Merano e dintorni (69,2%), dell’Alpe di Siusi (53,6%) e di Bolzano – Vigneti e Dolomiti (52,1%). Nell’estate 2016 tutti e dieci i consorzi turismo Alto Adige hanno confermato aumenti sia di arrivi che di presenze. Primeggia il consorzio di Merano e dintorni con 5,7 milioni di presenze, seguito da quello di Plan de Corones (2,8 milioni), della Valle Isarco (2,6 milioni) e di Bolzano – Vigneti e Dolomiti (2,5 milioni). Se si considerano gli incrementi percentuali, allora spiccano i consorzi turismo Alto Adige dell’Alta Badia (+10,3%), della Val d’Ega (+9,4%) e dell’Alpe di Siusi (+8,7%).

Turismo Alto Adige, la felicità di Kompatscher

“Oltre ad essere felice per i buoni risultati ottenuti – commenta il presidente della Provincia Arno Kompatscher – sono particolarmente soddisfatto in quanto il successo del turismo può produrre effetti positivi sull’economia in generale, trasformandosi in traino anche per altri settori e per il mercato del lavoro”. II 2016, tra l’altro, fa seguito ad un altro anno caratterizzato da una buona crescita come il 2015, e sono da sottolineare le prestazioni particolarmente positive registrate nei mesi meno centrali del periodo estivo, ovvero maggio (+20,5%) e ottobre (+19,7%). Da rimarcare, inoltre, la costante riduzione della permanenza media dei turisti, che per quanto riguarda l’estate ha raggiunto i 4,6 giorni di media. “Ciò ci impone – spiega Kompatscher – di tenere sempre in elevata considerazione il tema della raggiungibilità, e di essere in grado di mettere in campo misure adeguate”. Ultimo dato analizzato dal Landeshauptmann, infine, è quello sulla crescita maggiore, tra gli esercizi alberghieri, fatta registrare dagli hotel a 5 stelle. “Questo significa – conclude Arno Kompatscher – che gli investimenti nella qualità effettuati dagli operatori altoatesini stanno dando buoni risultati, e che le strategie di IDM, che punta ad attirare un turismo di alto livello, si muovono nella direzione giusta”.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211