Trasporto pubblico, la Provincia vende quote Sad

Pubblicato il 1 Giugno 2017 in Infrastrutture, Territorio

ferrovia val venosta  

L’amministrazione provinciale è ufficialmente uscita da Sad. La Sta (Strutture trasporto Alto Adige), società inhouse di proprietà della Provincia, ha dismesso il proprio pacchetto azionario detenuto all’interno di Sad Trasporto locale SpA. Oggi, 1 giugno, è stato firmato l’atto notarile con il quale Sta vende alla Servizi St le proprie quote in Sad, pari all’11% del pacchetto azionario per un valore complessivo di 906mila euro. In questo modo Sad, società che gestisce la gran parte dei servizi di trasporto pubblico locale su gomma e su rotaia in Alto Adige, diventa una società interamente a capitale privato. Si è trattato dell’ultimo atto formale che ha fatto seguito alla decisione della Giunta provinciale che ha sancito il passaggio da Sad a Sta dei servizi legati alla gestione delle informazioni e dei dati.

«In questo modo – commenta l’assessore Florian Mussner – riusciamo a garantire una chiara e trasparente separazione di compiti e competenze: la pubblica amministrazione diventa infatti unica responsabile per quanto riguarda i dati del trasporto pubblico, il sistema tariffario e l’AltoAdige Pass». «Si tratta di una nuova e importante sfida – aggiunge il presidente di Sta Martin Ausserdorfer – da parte nostra ci impegneremo a fondo per ottimizzare al meglio, grazie anche alle nuove tecnologie, i servizi per il cittadino». L’iter aveva preso il via a novembre 2015, con il passaggio di competenze a Sta previsto dalla legge provinciale sulla mobilità pubblica.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211