La Statale delle Dolomiti si ammoderna: via libera a serie di interventi

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

A Doladizza, nel Comune di Montagna, sta per essere ammodernato un tratto della strada statale delle Dolomiti (SS 48) che porta in Val di Fiemme. La Giunta provinciale ha approvato il progetto che prevede una spesa di 3,4 milioni di euro. “Gli interventi hanno lo scopo di migliorare la sicurezza della mobilità di tutta la popolazione. Nel contempo, il progetto è un esempio di come vari partner, in questo caso lo Stato, la Comunità comprensoriale Oltradige-Bassa Atesina, il Comune di Montagna e le aziende private, possano lavorare insieme per migliorare la mobilità nel suo complesso, afferma l’assessore provinciale Daniel Alfreider. Le parti coinvolte hanno elaborato un progetto per realizzare l’intersezione della statale con la nuova zona turistica, per la quale è previsto un maggior volume di traffico integrando, nel contempo, altre forme di mobilità. Per l’attuazione del progetto la Provincia stipulerà una convenzione, approvata dall’esecutivo di Palazzo Widmann, con il Comune di Montagna, la Comunità comprensoriale ed un’impresa privata.

Pacchetto di misure per varie forme di mobilità

Sono previsti diversi interventi. Da un lato sarà riqualificata l’area della vecchia linea ferroviaria della Val di Fiemme in modo che possa essere meglio utilizzata come percorso per escursionisti e ciclisti. Attualmente i pedoni ed i ciclisti devono attraversare la trafficata strada statale ed il progetto prevede quindi la costruzione di due appositi cavalcavia. Inoltre, l’incrocio esistente nella nuova zona turistica deve essere riprogettato perché in futuro è previsto l’afflusso di un traffico più intenso. È anche prevista la realizzazione di una strada comunale che fungerà da ingresso principale alla zona. Sarà ristrutturata anche la fermata dell’autobus e verrà realizzato un nuovo marciapiede che collegherà la fermata dell’autobus esistente in direzione San Lugano con il nuovo incrocio. Il Comune sta progettando un altro marciapiede per collegare la zona artigianale di Doladizza con l’area dell’ex linea ferroviaria.

La suddivisione del finanziamento

“Gli interventi fanno riferimento a diverse competenze ed il finanziamento è quindi regolato tramite convenzione”, spiega il direttore della Ripartizione infrastrutture, Valentino Pagani. Di conseguenza, il progetto dell’area di intersezione è preso in carico dalla Provincia, la costruzione della pista ciclabile con i cavalcavia è appannaggio della Comunità comprensoriale, la costruzione del marciapiede ed il trasferimento della fermata dell’autobus saranno realizzati dal Comune di Montagna. La realizzazione della strada di accesso per la zona turistica e delle strade per gli edifici residenziali verrà effettuata da parte delle imprese private.

Ti potrebbe interessare