Sgombero neve, la Provincia rimborsa 3,8 milioni di euro ai Comuni

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Nell’inverno 2020/2021, ovvero nel periodo che va dal 1° ottobre 2020 al 30 aprile 2021, si sono verificate frequenti e intense nevicate. Ciò significa che i costi per lo sgombero della neve per i Comuni sono aumentati notevolmente. La Giunta provinciale ha stabilito di rimborsare ai Comuni con 3,8 milioni di euro una parte delle maggiori spese affrontate per lo sgombero della neve. L’esecutivo ha dunque approvato la relativa delibera firmata dal presidente della Provincia Arno Kompatscher, competente in materia di Enti locali e di conseguenza del loro finanziamento. L’aumento dei costi è dovuto sia per lo sgombero degli alberi e delle pietre dalle strade e dai sentieri alpini sia per liberare i centri abitati dalla neve.

I costi maggiori per le nevicate

Altri costi riguardano l’acquisto di ghiaia, sale e altri materiali e il servizio di reperibilità del personale impiegato nello sgombero della neve. Dai dati raccolti risulta che le spese medie per lo sgombero della neve degli inverni scorsi ammontano a 12 milioni, mentre le spese di quest’inverno 2020/2021 sarebbero di 19 milioni. Dunque, l’importo delle spese aggiuntive per l’inverno 2020/2021 ammonta a un totale di 7,7 milioni. Il Consiglio dei Comuni ha proposto un accordo aggiuntivo alla finanza locale per l’anno 2021, con il quale i Comuni ricevono dalla Provincia autonoma di Bolzano un’assegnazione straordinaria nella misura del 50% delle spese aggiuntive, con una spesa complessiva pari a 3,8 milioni di euro.

Ti potrebbe interessare