SFScon, l’app che promuove il turismo green in Alto Adige vola in Silicon Valley

Pubblicato il 16 Novembre 2019 in Innovazione

 

Un’app che promuove il turismo ecosostenibile made in Alto Adige. È questa l’idea che, conquistando la giuria di NOI Hackathon SFScon Edition, porterà il team “Greenify” direttamente nella capitale mondiale dell’innovazione: San Francisco. Il team composto dagli altoatesini Timothy Sessa, Deborah Psenner e Citlalli Ayala e dal veronese Marion Cioanca Radu, si è aggiudicato il primo posto sul podio della maratona per visionari dell’IT ospitata venerdì 15 e sabato 16 novembre a NOI Techpark in concomitanza con la 19° edizione della SFScon, la conferenza internazionale che promuove l’uso del Free Software.

I partecipanti del NOI Hackathon SFScon Edition – ben 90 tra sviluppatori, designer, esperti di dati, imprenditori e appassionati di tecnologia, provenienti da tutta Europa, dal Brasile, Messico e dalla Russia, e divisi in 18 team – hanno avuto 24 ore di tempo per sviluppare nuovi progetti Open Data e Open Source orientati a promuovere la cultura dell’innovazione. Il gong è suonato alle 13.30 di venerdì, dando avvio a una competizione ad alto tasso di creatività e spirito di innovazione.

Greenify ha ideato un’app che punta a incentivare lo sviluppo del turismo green, innescando una dinamica motivazionale per albergatori e turisti. Gli hotel potranno comunicare direttamente sui loro siti quali sono i servizi sostenibili messi a disposizione degli ospiti, divenendo titolari della certificazione “Green Hotel”, mentre gli utenti potranno, semplicemente attraverso il sito o l’app, scegliere le opzioni più in linea con la loro idea di turismo green, beneficiando di offerte e voucher specifici.

I PREMI – Il primo premio conquistato dal team Greenify è un sogno che si avvera per ogni innovatore: un biglietto aereo diretto a San Francisco, la patria della Silicon Valley e casa degli innovatori di tutto il mondo, offerto da NOI Techpark, la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano e Open Data Hub Südtirol. Ma anche gli altri premi in palio sono stati molto apprezzati dagli altri team vincitori, come: la partecipazione al DEV di Daho.am a Monaco offerta da Marketing Factory; le Gift Card di Amazon, messe in palio da ACS Data Systems, EcoSteer, Infominds e Ontopic; l’attrezzatura da montagna di Oberalp Group, Salewa, Dynafit, Wild Country e Pomoca; un buono viaggio da utilizzare presso un’agenzia locale HDS/Unione messo a disposizione da SiMedia e una gift card Salewa offerta da Systems.

«Anche quest’anno i team in gara hanno saputo sorprenderci, presentando idee utili e all’avanguardia. Con eventi come NOI Hackathon SFScon Edition e SFScon vogliamo infatti portare lo spirito innovativo e imprenditoriale, già molto forte in Alto Adige, a confrontarsi con le numerose possibilità offerte dalle nuove tecnologie e dai sistemi informatici Open. L’attenzione dimostrata dalle centinaia di persone che hanno partecipato all’edizione 2019 prova che questa è la direzione giusta da seguire» – afferma Patrick Ohnewein, esperto del settore tecnologico Digital di NOI Techpark che ha organizzato SFScon e NOI Hackathon.

«La Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano promuove da molti anni iniziative nel campo della cultura, dell’istruzione e della ricerca. Per questo, siamo felici di essere stati al fianco di NOI Hackathon SFScon Edition, evento che ha riunito anche quest’anno numerosi giovani talenti, promuovendo lo spirito di innovazione in Alto Adige» – dichiara Konrad Bergmeister, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, co-organizzatore dell’evento. Il NOI Hackathon è stato sponsorizzato da ACS Data Systems, EcoSteer, Infominds, lvh.apa, Marketing Factory, Oberalp Group, ONTOPIC, Open Data Hub Südtirol, SiMedia e Systems.

LA GIURIA – A valutare i progetti è stata una giuria d’eccezione composta da: Deborah Bryant, Senior Director, Open Source Program Office e Office of the CTO di Red Hat, Benjamin Cogrel, CTO & Co-founder di Ontopic, Elena Pasquali, CEO di EcoSteer, start-up di IoT & Blockchain incubata a NOI Techpark, Elia Plunger, Head of Operations di ACS Data Systems, Christoph Piock-Ellena, Software Architect di Systems, Ivan Sieder, CTO & Lead Engineer di SiMedia, Martin Tauber, Managing Partner di Marketing Factory, Peter Strobl, Senior Director Sales Marketing di INFOMINDS, Raphael Fanti, Digital Innovation Specialist di Oberalp e Simon Phipps, presidente della Open Source Initiative (OSI).

Si conclude così anche la due giorni di SFScon19 che ha reso Bolzano vera e propria capitale del Free Software con oltre 1000 presenze e 100 talk dedicati a Open Data, Analytics, Intelligenza Artificiale, Cyber Security, IoT, Robotica, Smart Cities, Agile Open Innovation e molto altro. Un appuntamento che, nato nel 2001 su iniziativa del Linux User Group Bozen-Bolzano-Bulsan, dal 2005 è stato organizzato e promosso da TIS Innovation Park e, a seguire, da NOI Techpark. Quest’anno è stato realizzato in collaborazione con EEN-Enterprise Europe Network, la rete europea a supporto delle imprese, ed è stato sponsorizzato da: Red Hat, Gruppo FOS, Made in Cima, Top Control, Würth Phoenix, 1006.org, Davide Montesin Innovative Software, Endian, ORMA Solutions, Peer, QBUS, R3GIS, SiMedia, Telmekom e Xpeppers (Claranet Group company).

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211