Menu

Sasso Nero, sabato s’inaugura il nuovo rifugio (che perde il nome di Vittorio Veneto)

Pubblicato il 15 luglio 2018 in Infrastrutture

1004804__no-name_  

Verrà inaugurato sabato 21 il nuovo rifugio al Sasso Nero in Valle Aurina. Il nuovo rifugio, che perde il nome di Vittorio Veneto (derivante dalla sezione Cai al quale apparteneva) è situato alla forcella di Riotorbo ad un’altitudine di circa 3.030 metri vicino alla frontiera con l’Austria e si configura come un corpo isolato che segue il pendio in discesa in un piccolo avvallamento del terreno. L’edificio, costruito dalla Provincia nell’arco di 8 mesi sotto la guida della Ripartizione infrastrutture e servizi tecnici (qui le immagini del cantiere), si sviluppa verticalmente in una punta affusolata la cui forza iconica guida gli alpinisti da ogni direzione. Il nuovo rifugio al Sasso Nero, alto sei piani, è da poco aperta al pubblico.

Schwarzensteinhuette_slider3

Il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, e l’assessore Christian Tommasini inaugureranno la nuova struttura, che fa parte dei 26 rifugi di proprietà della Provincia, sabato 21 luglio alle 11. Al rifugio si arriva con una camminata di almeno quattro ore da San Giovanni in Valle Aurina. Con la riapertura del Sasso Nero si completa il programma di aperture estive dei rifugi alpini direttamente gestiti dalla Provincia autonoma di Bolzano.

Schwarzensteinhuette_foto2

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211