Covid-19, ecco il piano mobilità Bolzano: niente limite di 30 km/h

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Piano mobilità Bolzano: niente limite dei 30 km/h nelle vicinanze delle scuole. Lo ha detto, a margine della riunione di giunta, il sindaco Renzo Caramaschi. La proposta dell’assessore Maria Laura Lorenzini non è infatti stata ratificata nel piano mobilità Bolzano Covid-19 approvato dalla giunta stessa.

Piano mobilità Bolzano: «Evitare esplosione del traffico individuale»

«L’attuale situazione di emergenza sanitaria, dovuta alla diffusione del virus Covid-19 – ha detto Caramaschi commentando l’approvazione del piano mobilità Bolzano – ha determinato l’esigenza di adottare provvedimenti atti a garantire spazi adeguati per la mobilità individuale a piedi e in bicicletta nel rispetto del reciproco distanziamento, nonché di favorire tali forme di mobilità per evitare un’esplosione del traffico motorizzato individuale, Per far fronte a tale situazione, l’ufficio Mobilità del Comune ha elaborato un Piano Straordinario di Mobilità che prevede interventi a favore della mobilità pedonale, il potenziamento della rete ciclabile e l’incremento dei posteggi per biciclette. Un aspetto particolarmente importante riguarda inoltre la gestione della mobilità alla riapertura delle scuole. Sarà infatti necessario garantire la raggiungibilità di tutti gli istituti scolastici in sicurezza per contenere l’aumento della mobilità privata».

LEGGI: UNIBZ IN TESTA NEL RANKING CENSIS

Anche in questo caso i dettagli del piano straordinario di mobilità, saranno resi noti nel corso di un’apposita conferenza stampa. Il Sindaco ha comunque preannunciato che non sarà introdotto il limite di velocità di 30 km/h. «Solo in  prossimità delle scuole, laddove possibile, saranno installati appositi dissuasori nei pressi degli ingressi scolastici in modo tale da garantire un rallentamento della velocità dei mezzi motorizzati e conseguentemente una maggiore sicurezza per gli alunni».

LEGGI: IN VENETO SI TESTA IL TAMPONE VELOCE

Waltherpark, pronto il taglio degli alberi della Stazione. L’appello: «Rinunciate ai posti auto, non abbatteteli»

Ti potrebbe interessare