Menu

Neuroscienze, nel ricordo di Braitenberg l’Alto Adige «premia» Wulfram Gerstner

Pubblicato il 31 ottobre 2018 in Innovazione

1013844__no-name_  

Un cervello composto da neuroni in grado di comunicare tra loro attraverso determinati impulsi elettrici, realizzato dai frutti delle ricerche e dallo studio delle reti neuronali stimolate (Spiking Neural Network SNN). Accanto a ciò anche un secondo studio che semplifica grandemente i modelli di reti neuronali finora utilizzati dagli scienziati. È grazie a questo che il neuroscienziato tedesco Wulfram Gernster, della Scuola politecnica federale di Losanna (EPFL), è stato premiato a Berlino con il Valentino Braitenberg Award 2018 dal direttore della Ripartizione innovazione, ricerca e università della Provincia di Bolzano Vito Zingerle.

Il riconoscimento, intitolato allo scienziato bolzanino, viene conferito ogni due anni nell’ambito della conferenza dal Bernstein Association for Computational Neuroscience, il network internazionale di enti di ricerca nelle neuroscienze computazionali, introdotto dal Ministero tedesco alla Formazione e la Ricerca per promuovere gli studi nel settore. La Provincia di Bolzano è da ormai quattro anni lo sponsor principale dell’evento, riuscendo a mantenere così unito il legame che comprende la terra d’origine che fu di Valentino Braitenberg e il network stesso, gestore del riconoscimento.

«Le neuroscienze rappresentano un importante settore di ricerca. Un ruolo pionieristico in questo campo l’ha avuto l’altoatesino Valentino Braitenberg con le sue ricerche sulla bio-cibernetica dalla quale si sono poi sviluppate la robotica e l’intelligenza artificiale. Il suo contributo alla ricerca internazionale è stato fondamentale anche grazie alla fondazione, nel 1968, del Max Planck Institute per la bio-cibernetica a Tubingen in Germania e per questo a lui è dedicato il premio dell’organizzazione tedesca Bernstein Netzwerk» spiega Zingerle che ha consegnato il premio di 5.000 euro direttamente nelle mani di Wulfram Gerstner.

Alexander Ginestous

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211