Tasso di mortalità calato a maggio in Alto Adige rispetto a marzo e aprile

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Nel mese di maggio 2020 le persone cancellate dai registri anagrafici altoatesini a causa di decesso sono il 4,4% in più rispetto alla media dei mesi di maggio del quinquennio 2015-2019, riducendo così significativamente il tasso di mortalità in Alto Adige in eccesso registrato nei precedenti mesi di marzo e aprile, portandolo quasi alla normalità. Nel mese di maggio 359 persone sono state cancellate per decesso dai registri anagrafici in Alto Adige. Nel quinquennio il valore minimo si è registrato in maggio 2015, con 338 casi, ed il valore massimo in maggio 2018 con 350 decessi.

Iscriviti al canale Telegram! 👉🏻  https://t.me/altoadigeinnovazione

Seguici su Facebook 👉🏻  https://www.facebook.com/altoadigeinnovazione/

Seguici su Linkedin 👉🏻  https://www.linkedin.com/company/alto-adige-innovazione/

La prima morte di Covid in Alto Adige si è verificata l’11 marzo 2020, l’ultima finora all’inizio di giugno. Nel periodo di marzo e aprile è stato osservato un significativo eccesso di mortalità; per una valutazione finale della dimensione del fenomeno dovrà essere considerato però tutto l’anno 2020. In questo modo potrà essere verificata anche l’ipotesi che la pandemia di Covid-19 nelle persone con condizioni di salute estremamente compromesse abbia causato l’anticipazione delle morti che sarebbero comunque avvenute nel breve periodo. Inoltre, i decessi dovranno essere messi in relazione alla popolazione per tenere adeguatamente conto, ad esempio, del processo di invecchiamento della popolazione. Una valutazione definitiva della dimensione dell’eccesso di mortalità in Alto Adige quindi sarà possibile solamente nel momento in cui saranno disponibili i dati di tutti i decessi dell’anno 2020.

Ti potrebbe interessare