Mobilità internazionale dei ricercatori, ecco il nuovo bando

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

L’Ufficio ricerca scientifica ha dato il via alla quinta edizione del bando di concorso per iniziative di promozione della mobilità internazionale di ricercatrici e ricercatori. Con l’obiettivo di promuovere l’internazionalizzazione della ricerca è stato approvato un finanziamento di 700.000 euro per sostenere sia ricercatrici e ricercatori provenienti dall’Alto Adige intenzionati a svolgere ricerca scientifica all’estero (“Outgoing Researcher”), che ricercatrici e ricercatori che dall’estero si trasferiscono per un periodo determinato in un ente di ricerca altoatesino per realizzare un progetto (“Incoming Researcher”). I progetti possono avere durata da 6 a 24 mesi. Le domande vanno presentate dagli istituti di ricerca entro il 15 luglio 2022 all’Ufficio ricerca scientifica della Provincia di Bolzano. Possono ottenere il sostegno economico – previa valutazione del comitato tecnico – progetti di tutte le aree scientifiche. Dalla scorsa edizione sono ammessi anche progetti di ricercatrici o ricercatori che si trovino già in Alto Adige nell’ambito di programmi nazionali ed internazionali – come il Marie Skłodowska-Curie (MSCA) – che vogliano prolungare la loro permanenza e attività di ricerca.

Kompatscher: “Gli investimenti in ricerca hanno già dato risultati importanti”

Sono una ventina sinora i ricercatori e le ricercatrici – per la maggior parte donne – che si sono spostati in Europa e nel mondo in questi cinque anni grazie al contributo provinciale, e molti di loro hanno scelto l’Alto Adige come destinazione finale. Diverse e varie le provenienze, fra cui Est Europa, isole Fiji, Svezia e Stati Uniti. “In soli cinque anni il progetto ha già iniziato a trasformare il panorama locale della ricerca: il sostegno provinciale alla mobilità internazionale ha già consentito al nostro network scientifico di ampliare i propri orizzonti, attirando giovani menti brillanti dai curricula prestigiosi, rafforzando così il capitale umano e scientifico presente sul nostro territorio” commenta il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, assessore provinciale a ricerca e innovazione. Informazioni dettagliate sulle modalità di candidatura sono consultabili sulla pagina web dedicata al concorso per la mobilità di ricercatori e ricercatrici.

Ti potrebbe interessare