Kompatscher in Nepal per vedere i frutti della cooperazione altoatesina

Pubblicato il 7 Marzo 2017 in Culture, Territorio

 

Si è conclusa la prima parte del viaggio in Asia del presidente Arno Kompatscher per fare il punto sui progetti di cooperazione allo sviluppo avviati dalla Provincia di Bolzano: dopo i tre giorni in Nepal, la delegazione altoatesina si trasferisce ora nell’India centrale per incontrare la comunità tibetana in esilio. In un primo bilancio, la collaborazione con il Nepal è definita fondamentale e sostenibile da Kompatscher: “Possiamo essere orgogliosi del livello raggiunto da questo Paese nel settore della protezione civile grazie all’aiuto dall’Alto Adige. Una cooperazione consolidata e necessaria, come ha purtroppo dimostrato il terremoto del 2015.” La costruzione di un sistema di protezione civile è uno dei progetti principali sostenuti nel Paese dell’Himalaya: il Presidente ha visitato il cantiere del nuovo centro della protezione civile cofinanziato dalla Provincia a Kathmandu, ha incontrato il sindaco della capitale e gli operatori di protezione civile e soccorso alpino nepalesi. “La Provincia ha fornito risorse finanziarie, automezzi e attrezzatura, ma soprattutto il suo collaudato knowhow. E questo impegno pluriennale ha dato buoni frutti”, commenta Kompatscher.

Il Landeshauptmann ha incontrato anche il ministro nepalese del turismo Jiwan Bahadur Shahi e discusso delle difficoltà di garantire sviluppo e infrastrutture in quelle aree di montagna, tra le più povere del mondo: “It is nice to see, but hard to live” (bello da vedere, ma difficile da viverci), ha sintetizzato il Ministro. Un quarto della popolazione vive con meno di 1,25 dollari al giorno e la mortalità infantile è elevata (il 4% dei bambini non sopravvive al quinto anno di età). Attualmente la Provincia sostiene in Nepal altri progetti per la fornitura di acqua potabile, la realizzazione di aule scolastiche a Tipchock, l’area colpita dal sisma, la ristrutturazione di un ospedale a Dhulikhel, la costruzione di un reparto di degenza nell’ospedale di Kunde e di una casa per bambini orfani a Kumbeshwar. In una ventina d’anni sono stati finanziati in Nepal oltre 40 progetti per circa 1,2 milioni di euro, orientati soprattutto a sviluppare l’auto-aiuto e la crescita sostenibile.

Nelle tre giornate nepalesi il presidente Kompatscher è stato accompagnato da Reinhold Messner, grande conoscitore di quell’area. Assieme hanno visitato la zona colpita dal sisma e l’ospedale realizzato a Kunde dalla Provincia e dalla Fondazione Messner.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211