Italiani (brava gente) nella guerra civile spagnola: una mostra fotografica a Bolzano

Pubblicato il 11 Novembre 2017 in Culture

 

Apre il 17 novembre alla Galleria Civica di Bolzano la mostra fotografica «Fu la Spagna! Lo sguardo fascista sulla Guerra civile spagnola / Fu la Spagna!». La mostra, curata da Andrea Di Michele del Centro di competenza storia regionale della Libera Università di Bolzano e Daniela Aronica della Universitat de Barcelona, è stata esposta l’anno scorso presso il Museu d’Història de Catalunya di Barcellona e ora giunge a Bolzano grazie a una collaborazione tra Archivio provinciale di Bolzano, Comune di Bolzano e Libera Università di Bolzano. In occasione dell’80º anniversario della guerra civile, questa esposizione mostra, per la prima volta insieme, i diversi modi in cui l’intervento militare italiano in Spagna è stato rappresentato dallo stesso fascismo. Il sostegno di Mussolini a Franco e alla sollevazione golpista fu decisivo per l’esito della Guerra civile spagnola. Il regime fascista mandò aerei, navi, armi e complessivamente circa 80.000 effettivi, la maggior parte dei quali furono via via inquadrati nel Corpo Truppe Volontarie, composto anche da camicie nere.

Un contributo particolarmente importante ora che si parla di indipendentismo catalano e utile anche a contestualizzare il ruolo del fascismo in quella guerra liberticida che si concluse con la dittatura franchista. La narrazione fotografica è costruita seguendo due percorsi paralleli e complementari, uno cronologico, l’altro tematico. Il primo si concentra sulle diverse fasi della guerra, con un’attenzione particolare al ruolo dell’intervento militare italiano, mentre il secondo propone una selezione dei temi più ricorrenti nella rappresentazione fascista della guerra. La mostra resterà esposta a Bolzano dal 18 novembre al 14 gennaio 2018 nella Galleria Civica di piazza Domenicani con i seguenti orari: da martedì a domenica, 10-12.30, 15.30-19. Ad accompagnarla vi è un ricco catalogo in versione sia italiana che tedesca.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211