Menu

Zona industriale, l’appello degli imprenditori: «Ecco come deve cambiare la mobilità»

Pubblicato il 30 Luglio 2019 in Infrastrutture

 

Dopo aver valutato con attenzione il Piano urbano della mobilità sostenibile (PUMS) del Comune di Bolzano, Assoimprenditori Alto Adige ha inviato al Comune le proprie osservazioni. Spiegano il Presidente di Assoimprenditori, Federico Giudiceandrea, e il Rappresentante del Comprensorio Bolzano Città, Mauro Chiarel: «La mobilità e la raggiungibilità a tutti i livelli sono fattori competitivi e di qualità della vita sempre più importanti che vanno garantiti sia alle imprese sia ai cittadini. Persone, merci, dati e energia si devono poter muovere velocemente, in sicurezza ed in modo sostenibile. Bolzano è uno snodo nevralgico che deve funzionare come piattaforma moderna ed efficiente: l’offerta legata alla mobilità deve essere il più possibile completa e rispondente alle esigenze di una società sempre più aperta e connessa».

Ecco il dettaglio delle osservazioni

Grandi opere: servono una programmazione, un cronoprogramma e un piano di finanziamento chiaro, in modo anche da poter garantire un monitoraggio costante e preciso dell’avanzamento del piano. Assoimprenditori condivide l’obiettivo di liberare la città dall’autostrada spostando il tracciato dell’A22 in galleria. Ma Bolzano ha bisogno anche di soluzioni realizzabili in tempi ragionevoli: in considerazione dell’avanzato stato di progettazione relativo alla realizzazione di una circonvallazione attraverso la variante alla statale 12, chiediamo che quest’opera venga reinserita nel PUMS con priorità per il tratto in galleria sotto il Colle. Rispetto a tram e metrobus, ai possibili tracciati e al collegamento verso l’Oltradige, diventa fondamentale un’attenta analisi che consideri i tempi dei flussi dei lavoratori e del funzionamento della città e l’attrattività delle diverse linee ipotizzate.

Viabilità in Zona industriale: con le sue duemila imprese insediate e le ventimila persone che vi lavorano, Bolzano Sud è una delle aree strategiche del capoluogo. In attesa delle grandi opere, sono altrettanto importanti interventi minori, ma di effetto immediato. Assoimprenditori chiede che sia istituito un apposito tavolo tecnico per individuare, insieme alle aziende interessate dalle opere, le migliori soluzioni progettuali e le modalità realizzative compatibili con le attività imprenditoriali. Tra gli interventi più urgenti si ricordano il raddoppio della corsia di accesso all’autostrada/MeBo di via Einstein dalla rotonda all’altezza del distributore Agip e il completamento della pista ciclabile fino ai nuovi insediamenti aziendali oltre via Einstein. Bolzano Sud ha inoltre bisogno di un numero di parcheggi adeguato e un servizio di trasporto pubblico che consideri le particolari esigenze di quest’area (vedi lavoro notturno).

Soluzioni innovative e sostenibili: la naturale vocazione delle imprese a un utilizzo sempre più efficiente delle risorse e la loro forza innovativa attribuiscono loro un ruolo da protagonista nell’immaginare forme di mobilità alternative, più silenziose, meno impattanti e più efficienti. Il PUMS deve considerare la rapida evoluzione tecnologica e la diffusione di mezzi di trasporto innovativi (auto elettriche, segway, hoverboard…), anche nella programmazione delle reti e delle infrastrutture. Per l’industria altoatesina la sostenibilità è un fattore di competitività: la città di Bolzano e le sue imprese possono fare da apripista anche in questo particolare campo: da questo punto di vista proponiamo di inserire nel PUMS obiettivi ambiziosi per trasformare il capoluogo in una “smart-city” che sappia sfruttare al meglio le nuove tecnologie per rendere la città più vivibile e allo stesso tempo più competitiva. Obiettivi altrettanto chiari e ambiziosi vanno posti anche a livello di contributo per il clima e riduzione delle emissioni.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211