Biodiversità ed ecologia, ai Giardini Trauttmansdorff un prestigioso premio europeo

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

È stato assegnato mercoledì 6 ottobre, sull’isola di Mainau nel Lago di Costanza in Germania, il premio europeo “Ecological Gardening 2021”. A vincerlo, una realtà nota al turismo nazionale ma anche internazionale, di cui andare fieri, i Giardini di Castel Trauttmansdorff, che con il progetto “Diversity – l’importanza della biodiversità per l’uomo, gli animali e le piante” ha convinto la giuria degli enti e delle associazioni austro-germaniche che dal 2015 assegnano ogni due anni un premio per riconoscere i risultati più meritevoli in ambito di giardinaggio ecologico. L’obiettivo del progetto dei Giardini di Castel Trauttmansdorff è di promuovere il concetto di “biodiversità” attraverso l’esperienza e l’apprendimento, sensibilizzando gli ospiti dei Giardini in modo innovativo, grazie ad un percorso che si snoda lungo tutto il perimetro di Trauttmansdorff. “Diversity” ha vinto confrontandosi con altri 11 progetti di grande qualità provenienti da Germania, Austria, Russia e Paesi Bassi, che si sono presentati per la categoria “Promozione della biodiversità nei giardini e negli spazi verdi”.

“Sculture e installazioni guidano gli ospiti del giardino lungo molti percorsi che, con precisione scientifica, forniscono importanti informazioni sull’ecologia, sul mondo delle piante e sul mondo degli animali invertebrati presenti all’interno di un giardino. Questo è un modo perfetto, adatto a tutta la famiglia, per capire come creare un giardino pieno di diversità” ha affermato la giuria consegnando il premio a Gabriele Pircher, Direttrice dei Giardini di Castel Trauttmansdorff.

La dottoressa Pircher, entusiasta del risultato raggiunto, ha dichiarato: “Siamo felici di questo premio perché è una ricompensa e un riconoscimento per i molti anni di lavoro svolti dal nostro team per raggiungere un approccio rivolto al giardinaggio ecologico. Trasmettiamo la nostra esperienza e competenza ai visitatori tramite il progetto “Diversity”, ma anche attraverso momenti di istruzione e durante gli eventi che organizziamo. Vorremmo rappresentare un modello per i molti giardinieri qui in Alto Adige…la tematica del giardinaggio basato su principi ecologici ha ancora un grande potenziale qui nel nostro territorio”. “Diversity” sarà visibile all’interno dei Giardini di Castel Trauttmansdorff fino alla chiusura della stagione 2021, prevista per il 15 novembre.

In foto da sinistra a destra: Wolfgang Sobotka (Presidente del Consiglio Nazionale e Presidente dell’Associazione Europea dei Giardini), Contessa Bettina Bernadotte (Isola di Mainau), Grit Puchan (Direttore Ministeriale del Baden Württemberg), Christa Ringkamp (Presidente esecutivo dell’Associazione Europea dei Giardini), Gabriele Pircher (Direttrice dei Giardini di Castel Trauttmansdorff), Judith Pollinger (Responsabile Eventi e Project Manager Giardini di Castel Trauttmansdorff), Friedlinde Gurr-Hirsch (Presidente di “Natur im Garten“ Germania), Martin Eichtinger (Consigliere di Stato della Bassa Austria) e Karl Ploberger (Presidente della giuria)

Ti potrebbe interessare