Menu

Fatturazione elettronica, i commercialisti chiedono una moratoria sulle sanzioni

Pubblicato il 25 ottobre 2018 in Imprese, Lavoro

DSC07300  

Una moratoria sulle sanzioni per evitare che «un’opportunità si trasformi in una tragedia», questa la richiesta dei commercialisti in materia di fatturazione elettronica, la cui introduzione è prevista per l’inizio del 2019.

«Va ribadito che i nostri iscritti arriveranno preparati all’appuntamento – spiega il presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Bolzano Claudio Zago –. Da noi le imprese troveranno tutte le risposte che cercano, grazie alla formazione costante e puntuale che abbiamo messo in campo per tutto il 2018. Abbiamo lavorato a stretto contatto con l’Agenzia delle Entrate e le società che producono i software necessari per la fatturazione. Ma nonostante questo, sarà prevedibile che saranno molti clienti a non essere del tutto pronti, e saranno inevitabili problemi operativi. Per questo motivo chiediamo al mondo della politica di rispondere positivamente alla nostra richiesta di moratoria delle sanzioni».

A svariate riprese i commercialisti avevano chiesto l’introduzione graduale dell’obbligo. «Sarebbe stato meglio – continua infatti Zago – partire dalle realtà più strutturate, in grado di sostenere con relativa facilità il passaggio alla fatturazione elettronica. Poi si sarebbero dovute inserire, nell’arco di un triennio, le imprese di medie e piccole dimensioni, in modo da rendere indolore il cambiamento e permettere a tutti di arrivare preparati all’appuntamento. Così non è stato: per questo motivo la moratoria diventa essenziale». Risponde con notizie incoraggianti l’Agenzia delle Entrate, che in una circolare ha dichiarato che «le fatture elettroniche inviate al Sistema di Interscambio con un minimo ritardo non saranno soggette a sanzioni nel caso in cui l’invio non pregiudichi la corretta liquidazione dell’imposta».

Sempre in tema di fatturazione elettronica, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha dato il via alla progettazione di una piattaforma ad hoc per la gestione della fatturazione online, operativa entro fine novembre, da mettere a disposizione dei propri iscritti – che a loro volta potranno concederla in uso ai propri clienti.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211