Dialoghi aperti in rete: l'educazione ai tempi della didattica a distanza

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

“Dialoghi aperti sull’educazione ai tempi della didattica a distanza” è il nuovo formato di evento organizzato dalla Facoltà di Scienze della Formazione che avrà inizio lunedì 20 aprile. Si tratta di una serie di incontri, in italiano o tedesco, il cui obiettivo è la nascita di gruppi di discussione tematica in cui i partecipanti, nelle settimane successive all’incontro, si possano confrontare sulle modalità di soluzione delle problematiche proposte di volta in volta. Uno spazio online in cui ognuno possa raccontarsi e ascoltare, mettere in comune dubbi e avanzare idee.

“Prima d’ora non abbiamo mai vissuto una situazione paragonabile a quella attuale”, afferma il preside della Facoltà, prof. Paul Videsott, “ecco perché tali iniziative aiutano a riunire genitori e insegnanti in un unico “schermo” e a diffondere la validità di alcune esperienze didattiche. L’istruzione deve assumere nuove forme digitali e l’istruzione superiore non fa eccezione. Pertanto, per fornire una piattaforma di scambio è stata scelta la forma di una serie di dialogo aperti al posto dei webinar frontali”.

Le date e i temi delle serie di dialoghi offerti sono pubblicate sul sito web Open Dialogues on Education in Distance Learning: https://bit.ly/Opendialogues_unibz. Il sito sarà regolarmente aggiornato con nuove proposte. Si inizierà questo lunedì con la docente e ricercatrice Livia Taverna Docente di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione che terrà un dialogo su Fare scuola da casa. Una nuova sfida per insegnanti e genitori: prospettive di un viaggio a confronto. Quattro i punti centrali dell’appuntamento: Prendersi cura di sé per prendersi cura dei bambini. Lo stress che minaccia il benessere; Lo sviluppo sociale, un percorso interrotto?; La relazione bambino-insegnante e Il rendimento all’epoca del Covid-19. Motivazione e successo scolastico nella scuola dell’emergenza. Altri docenti protagonisti degli incontri successivi: Antonella Brighi (Psicologia dello sviluppo), Barbara Caprara (Didattica generale), Alessandro Efrem Colombi (Tecnologia e istruzione), Heidrun Demo (Educazione inclusiva), Beate Weyland (Didattica generale) Simone Seitz (Didattica generale e inclusione), Renata Zanin (Didattica tedesca L2 e multilinguismo), Vanessa Macchia, (Educazione inclusiva), Dario Ianes (Educazione inclusiva) ed Enrico Angelo Emili (Educazione inclusiva).

A questa proposta di dialogo della Facoltà se ne aggiunge un’altra, imperniata sulla messa a disposizione di materiali e metodologie didattiche elaborate internamente al Multilab (https://multilab.projects.unibz.it/) – diretto dalla prof.ssa Liliana Dozza – e riguardanti le seguenti discipline: matematica, scienze, storia, geografia, lingue, letteratura per l’infanzia ed educazione permanente. La pagina web raccoglie i materiali e le iniziative realizzate da docenti, ricercatori e collaboratori del MultiLab assieme a insegnanti, scuole e istituzioni, per accompagnare la scuola in questo momento di emergenza. Si tratta di materiali didattici, materiali di documentazione e formazione per gli insegnanti, spazi di condivisione e discussione, materiali per il lavoro in casa coi bambini.

Ti potrebbe interessare