Menu

Chap SDK, la startup che ha dato nuova vita all’advertising aziendale

Pubblicato il 7 Maggio 2019 in Innovazione

 

Reinventare il più comune modo di fare pubblicità per il proprio prodotto o azienda, utilizzando la tecnologia GPS e il servizio di mappe. Un modo nuovo di intendere l’advertising che è arrivato a farsi conoscere anche in Polonia, più precisamente al Wolfes Summit di Varsavia andato in scena lo scorso marzo. A dare vita a questo sistema sono stati Tobias Marmosler, Patrik Seebacher e Dieter Paccagnel, rispettivamente AD, CEO e CTO di Chap SDK, una startup incubata al NOI Techpark di Bolzano, nata dalle ceneri di un precedente ambizioso progetto mirato alla creazione di un social network innovativo proprio grazie all’utilizzo del GPS. Ora quel progetto si è evoluto e la stessa tecnologia si è spostata in campo pubblicitario, uno strumento utile per aziende – ma non solo – per promuovere i propri prodotti.

Ma di cosa si tratta in concreto?  Ci risponde direttamente Patrik: «Chap SDK è una tecnologia nata come evoluzione di una nostra precedente idea che vedeva la creazione di un vero e proprio social network sulla quale poter postare foto sulle mappe esistenti del proprio smartphone. Ora abbiamo fatto un passo avanti e creato una applicazione che di fatto è un’implementazione per app già esistenti, utile per fare della pubblicità geolocalizzata sulle mappe del cellulare dei clienti di quella app. L’obiettivo è quello di fidelizzare quest’ultimo e portarlo a comprare nel negozio fisico. Un esempio? Postare in giro per la città alcuni “Chap” contenenti, ad esempio, un buono sconto. Chiunque abbia l’app di quel marchio riceverà una notifica quando passerà in quella zona precisa dove è stato lasciato il “Chap”. In questo modo il cliente potrà raccogliere il buono e andare nel negozio più vicino a riscuoterlo».

Un modo alternativo di fare pubblicità, mettendo il cliente al centro e migliorando la sua esperienza di consumo grazie a tecniche di gamification o realtà aumentata. Ma non è finita qua: i ragazzi hanno implementato anche una serie di software con cui l’azienda potrà profilare i propri clienti per mostrare a loro solo i prodotti che gli interessano: «Tramite algoritmi e banche dati riusciamo a studiare il cliente e capire i suoi veri interessi in anticipo. Questo per le aziende è importante per aumentare il tasso di conversione e creare del contenuto ad hoc per ogni cliente, risparmiando sui costi di pubblicità e di marketing» puntualizza Patrik.

Da Bolzano ai Wolfes Gate di Varsavia

Un’idea suggestiva che è stata selezionata lo scorso marzo per partecipare, assieme ad altre 450 startup mondiali, ai Wolfes Gate di Varsavia. una delle più grandi business conference al mondo che riunisce aziende, startup e finanziatori per creare nuove sinergie e rete in campo innovativo. A partecipare alla due giorni polacca, dal 18 al 20 marzo scorso, c’erano appunto anche i ragazzi di Chap SDK, che hanno avuto l’opportunità unica di presentare il loro progetto a colossi del mercato globale quali Lidl, Microsoft, Visa o Nasa, per citarne alcuni. Nella suggestiva location del Palazzo della Scienza e della Cultura di Varsavia, sono andati in scena quasi 22.000 incontri faccia a faccia tra i diversi player dell’ecosistema innovativo europeo e non, oltre alla presenza sul palco centrale di 12 speaker che hanno raccontato la loro esperienza.

Alexander Ginestous

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211