I cannoni spara-neve anti Covid per sanificare le cabinovie degli impianti sciistici

Alexander Ginestous
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Tra i settori che dovranno combattere ancora contro l’emergenza Covid c’è sicuramente quello degli sport invernali. Se a marzo, allo scoppio dell’epidemia, la stagione sciistica era quasi giunta al termine, la vera partita per i gestori di impianti e aziende del settore inizia ora con l’arrivo dell’inverno e la voglia, nonostante tutto, di migliaia di appassionati di tornare sulle piste. E tra le mete più apprezzate non può che esserci l’Alto Adige, che può contare su colossi pronti ad aiutare nella ripartenza il sistema sci con soluzioni innovative ed efficienti. Qualche giorno fa il grande carosello di Dolomiti Superski aveva presentato le proprie misure preventive per evitare contagi e assembramenti, oggi ci pensa Demaclenko, società del Gruppo High Technology Industries che ha trasformato un generatore di neve in un vero e proprio sistema mobile di igienizzazione. La società di Vipiteno era apparsa alla ribalta internazionale in pieno lockdown quando aveva riconvertito alcuni cannoni sparaneve in sanificatori per strade. Idea che aveva ottenuto anche il via libera dell’Agenzia provinciale per la protezione civile, portando il mezzo riconvertito sulle vie di mezzo Alto Adige, da Bressanone alla Val Gardena.

 

Iscriviti al canale Telegram!  👉🏻  https://t.me/altoadigeinnovazione

Seguici su Facebook 👉🏻  https://www.facebook.com/altoadigeinnovazione/ 

Seguici su Linkedin 👉🏻  https://www.linkedin.com/company/alto-adige-innovazione

 

“Per il nostro Gruppo responsabilità sociale e innovazione sono elementi caratterizzanti della nostra cultura aziendale – commenta Anton Seeber presidente di HTI (Gruppo Leitner). Ci auguriamo che la soluzione creativa individuata con i generatori neve Demaclenko possa essere di concreto aiuto ai Comuni impegnati nelle operazioni di sanificazione dei propri territori”

La soluzione hi-tech

Partendo dalla tecnologia utilizzata per l’innevamento tecnico, Demaclenko ha trasformato i generatori neve in sistemi mobili di igienizzazione. Questo nuovo sistema di disinfezione mobile è adatto soprattutto per la sanificazione di cabinovie, uno dei punti più sensibili dove il contagio può passare veloce da persona a persona. Il virus viene trasportato soprattutto dalle goccioline di sudore, e non è ancora del tutto da escludere che possa avvenire anche tramite contatto di oggetti e superfici. Per questo motivo igienizzare luoghi simili è fondamentale per stroncare sul nascere qualsiasi tipo di forma di trasporto del virus.

“Il sistema lo abbiamo realizzato e sviluppato in pochissime settimane. Consiste in un ventilatore speciale completamente automatico che permette al liquido disinfettante di venir nebulizzato in piccole gocce capaci di raggiungere più punti. Al momento sono diverse le aziende del territorio che ci hanno chiesto una mano e si sono dimostrate interessate al sistema”, racconta Andreas Lambacher, CEO di Demaclenko, sottolineando come l’azienda possieda un fortissimo know-how nel campo delle tecnologie da innevamento, e le ricerche e studi riguardo a quest’ultimo prodotto risalgono già a marzo scorso. E tra le aziende dell’area sciistica altoatesina che hanno già potuto testare il sistema c’è la Plose Ski SpA, a Bressanone. Il cannone igienizzante è stato messo in funzione in estate per garantire i massimi standard qualitativi e di sicurezza per gli ospiti del comprensorio e riscuotendo un ottimo successo.

L’azienda Demaclenko

Demaclenko è una società facente parte del gruppo HTI (High Technology Industries) che riunisce sotto lo stesso tetto altri importanti e famosi marchi come Leitner ropeways, inserita di recente tra le aziende con il fatturato più alto dell’Alto Adige, Prinoth, che produce battipista e veicoli cingolati, Poma e Agudio, specializzati in impianti a fune per il trasporto delle persone, Leitwind, che si focalizza su impianti eolici e Minimetro, veicoli a fune su rotaia.

Demaclenko, che nel 2017 ha fatturato 50 milioni di euro, progetta, sviluppa, produce e vende impianti di innevamento, adattabili alle esigenze del cliente e alle aree geografiche di utilizzo. Nel 2019 ha raggiunto la cifra record di 2.000 generatori di neve prodotti, che sono stati consegnati presso i diversi comprensori sciistici, e può vantare ben 27 partner commerciali in tutto il mondo.

Alexander Ginestous

Ti potrebbe interessare