Agenzie di viaggio, contributi finalmente disponibili

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

“Un incredibile, importante passo in avanti è compiuto! I contributi per i prestatori di servizi per eventi e le agenzie viaggi nell’Unione sono attualmente in via di pagamento”, informa il presidente dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige Philipp Moser. Gli scorsi mesi, insieme alla Provincia, le due categorie nell’Unione avevano lavorato intensamente per elaborare i criteri di versamento delle sovvenzioni ai settori particolarmente colpiti. Dall’inizio della pandemia il settore dei viaggi e degli eventi in Alto Adige ha registrato perdite di fatturato fino al 95 percento.

“Si trattava di dare alle aziende una prospettiva, assicurando loro la sopravvivenza oltre la crisi”, affermano con grande soddisfazione la presidente dei prestatori di servizi per eventi nell’Unione Katrin Trafoier e il presidente delle agenzie viaggi nell’Unione Martin Pichler. “Dobbiamo ancora affrontare un futuro molto incerto, ma speriamo anche di poter superare questo periodo e guardare al domani con più fiducia. Da mesi i nostri settori si trovano in una situazione di blocco totale, senza prospettive di miglioramento sul medio-lungo termine”, sottolineano Trafoier e Pichler.

 

Iscriviti al canale Telegram!  👉🏻  https://t.me/altoadigeinnovazione

Seguici su Facebook 👉🏻  https://www.facebook.com/altoadigeinnovazione

Seguici su Linkedin 👉🏻  https://www.linkedin.com/company/alto-adige-innovazione/ 

 

I contributi vanno dal 40 al 70 percento dei costi fissi di un’azienda. Per le agenzie viaggi, le agenzie di incoming e gli organizzatori di viaggi sono stati stanziati oltre 2,3 milioni di euro, mentre il fondo per i prestatori di servizi per eventi è di circa tre milioni di euro.

“Per l’intero settore dei prestatori di servizi per eventi e dei viaggi rimane la missione di rimanere a galla con un mix di creatività, scarsi guadagni, risparmi e taglio dei costi, unito a un sostegno finanziario da parte di Stato e Provincia. Allo stesso tempo è importante che ci attrezziamo fin d’ora per quando arriverà la ripresa e ci saranno condizioni migliori e incentivi per i viaggi e gli eventi”, spiega. La parola d’ordine è coesione! Ciò vale anche a livello nazionale, dove, di recente, numerosi imprenditori del settore degli eventi e dell’organizzazione di eventi hanno cominciato a riunirsi nell’ente di rappresentanza nazionale FEU – Filiera Eventi Unita. “I prestatori di servizi per eventi e gli organizzatori di eventi avevano già seguito questo principio nel loro modello di successo”, conclude Trafoier.

Ti potrebbe interessare