Menu

Pubblico impiego, proseguono le trattative per il contratto collettivo

Pubblicato il 13 giugno 2019 in Lavoro

1034003__no-name_  

Sono proseguite ieri mattina (12 giugno), a Palazzo Widmann, le trattative tra le rappresentanze sindacali dei circa 42.000 dipendenti pubblici e la delegazione della Provincia per la definizione del nuovo contratto collettivo d’intercomparto del pubblico impiego. Al centro della trattativa un pacchetto di 6 misure proposto dall’Amministrazione provinciale. All’inizio dell’incontro il direttore generale della Provincia, Alexander Steiner, ha sottolineato che, in base alla legge, “non è possibile recuperare completamente la perdita del potere d’acquisto verificatasi negli anni scorsi a causa del blocco della contrattazione. Per questa regione è stato però elaborato un pacchetto di misure in grado di assicurare, anche in futuro, ai dipendenti pubblici una retribuzione adeguata”.

Oltre all’adeguamento statale all’inflazione (IPCA – indice dei prezzi al consumo armonizzato) del 3,0% (0,9% per il 2019, 1% per il 2020 ed 1% per il 2021) è stato presentato dalla delegazione pubblica anche il nuovo Indice IPCA per l’Alto Adige, che tiene conto dell’andamento dell’inflazione a livello provinciale e prevede un ulteriore adeguamento della retribuzione base dell’1,8% per il triennio. In aggiunta all’adeguamento salariale, in futuro tutti i dipendenti della pubblica amministrazione potranno ricevere dei buoni pasto giornalieri del valore di 7 euro, mentre per aumentare la competitività del pubblico impiego dovrà essere migliorata la struttura salariale per i neoassunti.

“Abbiamo intenzione di riorganizzare lo sviluppo salariale dei nostri giovani collaboratori, in modo tale da far sì che abbiano a disposizione un reddito più elevato nella fase iniziale della loro carriera professionale”, ha affermato Steiner. Il direttore generale della Provincia ha concluso sottolineando che “sono state chiarite una serie di questioni e sono stati compiuti dei passi in avanti nelle trattative”. Fissati, infine, due ulteriori incontri fra le parti che avranno luogo entro la fine del mese di giugno.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211