Menu

Aule e formazione, rinnovato l’accordo Unibz-Sparkasse

Pubblicato il 23 Marzo 2018 in Culture, Territorio

unibz  

La comunità universitaria in Alto Adige è in costante crescita. Aumenta quindi il bisogno di nuovi spazi. Unibz e Cassa di Risparmio estenderanno all’anno accademico 2018/19 l’accordo che ha permesso, a titolo gratuito, lo svolgimento delle lezioni della Facoltà di Economia nella Sparkasse Academy. L’Università a sua volta supporterà, anche nel prossimo anno, la Cassa di Risparmio in diversi settori, tra cui nel campo della formazione e dell’aggiornamento professionale dei dipendenti della banca e dello sviluppo del personale.

Unibz e Sparkasse

«La collaborazione tra l’Università e Cassa di Risparmio è strategica. Ha consentito ai nostri studenti della Facoltà di Economia – possibili futuri collaboratori della Cassa di Risparmio – di usufruire di un’aula molto ampia in una posizione facilmente raggiungibile senza un aggravio di spesa. Per questa ragione abbiamo chiesto alla Cassa di Risparmio di poter rinnovare la collaborazione anche per il prossimo anno accademico», sottolinea Günther Mathá, Direttore della Libera Università di Bolzano.

Sala conferenze a disposizione

Mathà ha incontrato Nicola Calabrò, Amministratore Delegato e Direttore Generale della Cassa di Risparmio, per la firma del contratto che prevede il prolungamento della collaborazione tra le due istituzioni. Anche nell’anno accademico 2018-19, la Sparkasse metterà a disposizione dell’ateneo, a titolo gratuito, una sala conferenze con una capienza di circa 150 persone. La sala potrà essere utilizzata dalla Facoltà di Economia e da altre Facoltà. Come contropartita, i dipendenti della Cassa di Risparmio potranno accedere a iniziative di aggiornamento e sviluppo professionale organizzate dall’università.

«Abbiamo spontaneamente aderito alla richiesta – ha detto Calabrò -. Siamo lieti di poter collaborare con l’Università, un’istituzione di grande importanza per l’Alto Adige. Abbiamo l’intenzione di intensificare la collaborazione tra le due istituzioni. Come banca legata al territorio e alle sue istituzioni, vogliamo lanciare un segnale importante in tal senso».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211