Ue, 98 milioni per la cooperazione Italia-Austria. A febbraio il primo bando

Pubblicato il 12 Gennaio 2016 in Imprese

Confine con l'Austria al Brennero  

L’Unione Europea ha approvato il programma di cooperazione interregionale Italia-Austria per il periodo 2014-2020. Il programma, “Interreg V”, potrà contare su una dotazione finanziaria di 98,4 milioni di euro fino al 2020, di cui l’85% arrivano dal Fondo europeo di sviluppo regionale. Il restante è coperto da finanziamento statale. Oggi la giunta provinciale di Bolzano ne ha preso atto: prossimo passo è la firma da parte del presidente Arno Kompatscher dell’accordo politico di cooperazione transfrontaliera, elaborato dalle sei regioni che ne fanno parte. Le regioni sono Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Tirolo, Carinzia e Salisburgo.

Tecnologia e Pmi: a febbraio il primo bando

Sono quattro gli assi prioritari di cooperazione per progetti transfrontalieri: ricerca e innovazione, natura e cultura, istituzioni, CLLD (sviluppo regionale a livello locale). Il programma di cooperazione nelle aree di confine vuole in particolare promuovere lo sviluppo tecnologico, rafforzare la competitività di piccole e medie imprese, tutelare il patrimonio naturale e culturale comune attraverso un turismo amico dell’ambiente.

A fine gennaio a Bolzano saranno illustrati nel dettaglio i contenuti del programma, le strategie di cooperazione e i requisiti richiesti per la presentazione dei progetti e l’ammissione al finanziamento. Il primo call di presentazione dei progetti è fissato a febbraio.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211