Menu

Messner: «Turismo aggressivo, bisogna chiudere i passi dolomitici»

Pubblicato il 3 Maggio 2018 in Territorio, Turismo

Passo Sella  

«Turismo troppo aggressivo», bisogna chiudere i passi dolomitici alle auto e restituire le montagne a escursionisti e ciclisti. A proporlo con forza è il Re degli ottomila Reinhold Messner. Che specifica: i passi dolomitici devono essere off limits per macchine e moto tutti i giorni dalle 10 del mattino alle 16. Punto. «La montagna – dice l’alpinista all’agenzia tedesca Dpa e rilanciata dall’Ansa – richiedono silenzio, rallentamento e un paesaggio incontaminato». Proprio per questo motivo è necessario «canalizzare» il turismo. «Non è ammissibile che in montagna ci sia la stessa aggressività, lo stesso rumore, lo stesso inquinamento atmosferico dei centri urbani», dice Messner.

La città sui passi dolomitici

E poi aggiunge: «I turisti vengono da noi dalle città e trovano tutto questo, solo ancora peggio. E’ una follia», ribadisce. Per Messner, le Dolomiti necessitano di una «logistica», con una sorta di ‘turnazione’ della chiusura dei passi e una migliore distribuzione del turismo. «Dove ci sono già impianti di risalita, non si può tornare indietro, mentre ogni nuovo progetto va valutato con grande cautela». E gli escursionisti in Mountain bike? «No, bandire anche loro è sbagliato».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211