Tre giorni dedicati alla scienza con «suBZero»

Pubblicato il 10 Ottobre 2016 in Culture, Territorio

 

Da quest’anno “Le Giornate delle Scienze” si svolgeranno all’interno di “suBZero, storie di Scienza”, un progetto del Dipartimento Istruzione e Formazione italiana, per comunicare, divulgare e sviluppare cultura e narrazione della scienza da e per le scuole della Provincia che si svolgerà dal 17 al 19 ottobre presso la sede dell’Eurac in viale Druso,1 a Bolzano. Le Giornate delle Scienze, che mantengono le caratteristiche e le modalità di partecipazione degli anni precedenti, saranno arricchite da altri eventi a carattere scientifico: spettacolo teatrale, conferenze, giochi matematici, proiezione di film.

Il programma dettagliato della tre giorni dedicata alle scienze è stato illustrato questa mattina dall’assessore provinciale alla scuola e cultura di lingua italiana, Christian Tommasini, e dall’ispettore per l’ambito scientifico matematico, Mauro Valer. “Con questa manifestazione vogliamo avvicinare sempre più i giovani, in maniera piacevole e ludica, al mondo delle scienze per far loro comprendere che si tratta di materia preziose per comprendere meglio la realtà. Per questo ci siamo avvalsi, nella realizzazione di questo progetto, di partner prestigiosi come l’Eurac, il Muse di Trento, la Città della Scienza di Napoli, la LUB. La manifestazione offrirà, inoltre, un’opportunità preziosa ai docenti per aggiornare la didattica delle scienze e trovare nuovi strumenti per rendere avvincenti le materie scientifiche” ha sottolineato l’assessore Tommasini.

suBZero, Storie di Scienza è il primo progetto in provincia di Bolzano che mette a sistema e promuove una vasta rete di iniziative a carattere scientifico, instaurando una collaborazione tra scuole, enti e privati con la finalità di comunicare, divulgare e sviluppare cultura e narrazione della scienza a Bolzano. È forse l’unica esperienza di questo tipo con il valore aggiunto di essere stata co-progettata con gli studenti che hanno scelto il nome dell’iniziativa e hanno creato logo e immagine coordinata. Sul territorio nazionale sono molte le iniziative culturali nate per parlare di Scienza (Festival), principalmente per promuovere la conoscenza e lo sviluppo della curiosità dei giovani nei confronti di un ambito che si annuncia strategico per ogni paese. Nessuna di queste iniziative però parte dalla scuola, dove si realizzano molteplici attività di sperimentazione, ricerca e sviluppo. SuBZero invita le scuole far emergere quel che fanno per implementare la qualità del lavoro scolastico e restituire al discorso scientifico il carattere interdisciplinare fondamentale per comprendere la realtà e viverla da protagonisti.

La capacità dei giovani di porsi nei confronti della realtà con atteggiamento creativo, progettuale e critico passa attraverso l’integrazione dei saperi e si amplifica con lo studio e l’esperienza e la ricerca del profondo nesso tra cultura umanistica,scientifica e tecnologica, come prevedono anche le Indicazioni Provinciali per il secondo ciclo. SuBZero si propone di declinare questa ricerca con un vasto repertorio di linguaggi perché individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, divenga esperienza e patrimonio condiviso. L’ispettore per l’ambito scientifico matematico, Mauro Valer, ha quindi illustrato nel dettaglio il programma della manifestazione che dal 17 al 19 ottobre coinvolgerà numerose scolaresche e docenti. “suBZero, Storie di Scienza” sarà inaugurata lunedì 17 ottobre da un incontro con Federico Benuzzi all’Eurac intitolato “Fisica sognante”.

Martedì 18 ottobre la giornata all’Eurac sarà caratterizzata da una serie di workshop e dalle visite delle scuole. Nel pomeriggio di martedì è quindi previsto un laboratorio di scienze per docenti tenuto da Sandro Malacrida e Mitiram Pun dal titolo “Vivere al limite” mentre in serata, al Museo di Scienze Naturali di Bolzano, si svolgerà una conferenza a cura di Leonardo Colletti dal titolo “Colori e forme, formule e concetti: la fisica raccontata attraverso i quadri”. Mercoledì 19 oltre ai workshop all’Eurac il programma prevede nella mattinata un’iniziativa organizzata in collaborazione con il Muse di Trento, denominata “Giochi matematici in città” che partirà da Piazza Municipio.

Alle ore 11, al Teatro Cristallo, vi sarà quindi lo spettacolo teatrale per le scuole “Il segreto die monti pallidi”. Nel pomeriggio è prevista una visita , riservata ai docenti, al Centro di Bio-Medicina dell’Eurac ed infine al Liceo Torricelli, alle ore 20, sarà proiettato a cura del Circolo La Comune il film di Ridley Scott, “Sopravvissuto, The Martian”.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211