Tram, cordata privata si fa avanti per la realizzazione (e gestione)

Pubblicato il 21 Dicembre 2018 in Infrastrutture

 

La via privata per realizzare il tram. Sotto forma di una sigla di tre lettere: PPP, partenariato pubblico privato. Il Sindaco Renzo Caramaschi, con il vice Sindaco Cristoph Baur e l’Assessora alla Mobilità Marialaura Lorenzini, ha ricevuto, nella giornata di giovedì 20 dicembre, in municipio i rappresentanti di un raggruppamento di società di cui è capofila la RATPDEV (azienda nata in Francia, ma che opera in ambito internazionale nella gestione della mobilità pubblica) e di cui fanno parte anche Architecna Engineering, CAF e Salcef Group. Tale raggrupamento d’imprese ha presentato formalmente all’amministrazione comunale e per conoscenza anche a quella provinciale, una proposta di partenariato pubblico privato (PPP) per la realizzazione di linee tramviarie sul territorio comunale di Bolzano.

Fermo restando l’accordo quadro tra Comune e Provincia per la realizzazione del tram nel capoluogo, i promotori dell’iniziativa, sulla base della proposta presentata, si accollerebbero gran parte dei costi di realizzazione dell’opera con capitali propri, a fronte di una concessione almeno ventennale per la gestione delle tramvie con canone annuale base. Ora il Comune di Bolzano sarà chiamato attraverso la conferenza dei servizi a valutare l’interesse del progetto in questione. La proposta illustrata stamane in municipio andrà dunque a breve approfondita attraverso i vari canali istituzionali.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211