Menu

Dolomiti Unesco, nuova terrazza panoramica in val Gardena

Pubblicato il 28 Agosto 2017 in Territorio, Turismo

terrazza  

La seconda terrazza panoramica illustrativa delle Dolomiti patrimonio naturale dell’umanità Unesco sorgerà nel comune di Santa Cristina di Val Gardena, sul Mastlé-Col Raiser, e sarà proprio l’amministrazione municipale a mettere a disposizione i mezzi finanziari necessari. Su indicazione della Fondazione Dolomiti Unesco sono previste in totale 31 terrazze panoramiche suddivise nelle aree interessate in Alto Adige (8), Trentino e Provincia di Belluno. Con la realizzazione delle terrazze si punta a incrementare il grado di conoscenza sulle Dolomiti e a valorizzare l’intero territorio posto sotto tutela dall’Unesco. «Le terrazze panoramiche sono pensate per raccontare le peculiarità che rendono così straordinarie le Dolomiti fornendo un contributo importante per la loro comprensione e conoscenza», afferma l’assessore provinciale all’ambiente Richard Theiner. «Per la loro realizzazione – aggiunge Theiner – sono stati preferiti dei punti belvedere con panorama su più cime, che si prestano all’esplicazione di caratteristiche geologiche e geomorfologiche, e in vicinanza a stazioni a monte con il passaggio di numerose persone».

La prima terrazza

La prima terrazza, inaugurata nel 2015, si trova sul Monte Specie/Strudelkopf, nel parco naturale di Fanes-Senes-Braies nel comune di Dobbiaco, con panorama sulle cime di Sesto e Braies, il Cadini e il Cristallo. La terrazza sul Monte Specie, il cui prototipo era stato sviluppato dall’architetto David Messner assieme al padre, l’artista Franz Messner, è servita quale progetto pilota per le altre 7 che sorgeranno in territorio altoatesino. Il Mastlé-Col Raiser in Val Gardena è stato scelto quale sito per la seconda terrazza panoramica per le Dolomiti patrimonio Unesco, e anche il sindaco di Santa CristinaMoritz Demetz, nonchè l’assessora comunale Renate Senoner, esprimono la propria soddisfazione sottolineando che «grazie a questa terrazza panoramica sarà possibile contribuire ad avvicinare il paesaggio unico delle Dolomiti alla popolazione locale e ai numerosi ospiti».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211