Serpenti dal mondo al Museo di scienze naturali di Bolzano dal 15 febbraio

Pubblicato il 10 Febbraio 2016 in Culture

serpente mamba verde  

Mamba nero e mamba verde (nella foto), taipan, cobra reale, la vipera e il pitone, fino all’anaconda e al serpente a sonagli: ci saranno tutti alla mostra “Serpenti di tutto il mondo” che apre lunedì 15 febbraio 2016 al Museo di scienze naturali dell’Alto Adige (via Bottai 1, Bolzano). Sono alcuni dei serpenti più conosciuti per il loro veleno, la loro fama, la loro taglia o la loro pericolosità. E si potranno osservare da vicino – ben protetti da vetrine di spessore – nel centro storico di Bolzano.

Gli esemplari saranno esposti in terrari che ricostruiscono gli ambienti naturali d’origine, per una mostra che verrà inaugurata il 15 febbraio alle ore 18.00 dal direttore del dipartimento beni culturali, musei, patrimonio e mobilità Valentino Pagani, dalla direttrice dei musei provinciali Karin Dalla Torre, dal direttore del museo di scienze naturali Vito Zingerle e dai curatori Ales Mlinar e Massimo Morpurgo.

Vivere come i serpenti: conferenza martedì 16

Il giorno successivo all’inaugurazione, martedì 16 febbraio, ci sarà un’ulteriore occasione per conoscere da vicino il mondo dei rettili. L’appuntamento è alle ore 20, sempre al Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, per la conferenza “Speciale come un serpente”, che sarà tenuta da Michele Menegon, erpetologo e ricercatore presso il MUSE – Museo di Scienze Naturali di Trento. Menegon da vent’anni si occupa di ricerca e conservazione nelle foreste dell’Africa Orientale dove ha scoperto più di 60 specie di vertebrati nuove per la scienza.

La conferenza introdurrà al mondo dei serpenti, animali dotati di sensi che noi umani non abbiamo, di un istinto formidabile che non lascia spazio all’apprendimento, di veleni potentissimi e, nonostante l’assenza di arti, di un’agilità inaspettata. Con esclusione dei poli, questi animali vivono in ogni luogo del pianeta, a testimonianza di un grande successo evolutivo che dura da milioni di anni. La conferenza si terrà in lingua italiana ed è aperta al pubblico.

Corso di aggiornamento per insegnanti

Inoltre la conferenza viene proposta anche come corso di aggiornamento per insegnanti, con la possibilità di frequentare l’appuntamento del 16 febbraio o la replica del 18 febbraio, con orario dalle 16.00 alle 18.00. Per gli insegnanti è obbligatoria l’iscrizione inviando una mail a giulia.rasola @ naturmuseum.it.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211