Menu

Semplificazioni in edilizia privata, decisi i primi 58 interventi

Pubblicato il 24 Febbraio 2018 in Imprese

elenchi prezzi  

Semplificazioni in edilizia privata, si parte: nella conferenza unificata Stato-Regioni è stato raggiunto l’accordo, dopo sei mesi di lavoro, sulle prime 58 definizioni degli interventi di edilizia privata che non richiedono comunicazioni (Cil, Cila, Scia) né permesso di costruire. La notizia viene rilanciata da Cna-Shv Costruzioni dell’Alto Adige, presieduta da Emilio Corea.

Lo schema di decreto Infrastrutture-Semplificazione e PA con il glossario dell’edilizia libera hanno ricevuto l’intesa in Conferenza unificata e saranno immediatamente operativi una volta pubblicati in Gazzetta, senza cioè necessità di adozione o recepimento con atto regionale o comunale. «La lista – spiega Corea – in attuazione del Dlgs 222/2016, traccia un confine tra una miriade di piccoli interventi di manutenzione e miglioramento che nel Testo unico edilizia (Dpr 380/2001) sono indicati solo per capitoli. Concretamente, il glossario agisce su due linee. Da un lato mette insieme tutte le opere per le quali era già pacifico che non fosse necessario un titolo abilitativo, facendo soltanto un’operazione compilativa, comunque molto utile per gli operatori ed i cittadini, dall’altro illustra i casi al limite per i quali, da adesso, i Comuni non potranno imporre vincoli. Ad esempio, in edilizia libera c’è un ampio elenco di opere di arredo da giardino come muretti, fontane, ripostigli per attrezzi, ricoveri per animali che sono oggetto di frequenti contestazioni, ma che da adesso diventano inattaccabili. Discorso simile per le tensostrutture. Anche qui arriva un chiarimento: per l’installazione servirà una comunicazione, mentre tutte le attività successive come manutenzione, riparazione, rimozione saranno libere.  Nessuna autorizzazione sarà necessaria per i pannelli solari e fotovoltaici, fuori però dai centri storici. O per l’adeguamento degli impianti di estrazione fumi, che magari indirizzino le emissioni in maniera diversa: interventi molto importanti per le piccole attività produttive».

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211