Semi rari e antichi, incontro all’Upad di Bolzano

Pubblicato il 10 Marzo 2016 in Agenda, Culture, Territorio

semi, sementi e legumi  

Un incontro per scoprire le granaglie, i legumi e i semi rari e antichi: l’appuntamento è per giovedì 10 marzo alle ore 18.00 a Bolzano, in via Firenze 51, nei locali della Fondazone Upad. I relatori saranno Chiara Spadaro, giornalista e scrittrice autrice del libro “Vademecum per la biodiversità quotidiana” edito da Altreconomia, dove si racconta il mondo dei “seed savers” ossia i custodi dei semi antichi e rari che garantiscono la biodiversità, e Elisabeth Hofer, presidente di Sortengarten Südtirol che a Bolzano si occupa di tutelare e riscoprire le antiche varietà del mondo contadino.

L’anno Fao dei legumi

Il seminario, nell’anno internazionale dei legumi proclamato per il 2016 dalla Fao, è un’occasione per riflettere sull’importanza della coltivazione delle sementi tradizionali, delle sementi rare ed antiche e sull’impatto positivo che esse hanno sugli ecosistemi e, di riflesso, anche sul nostro organismo. La coltivazione di sementi tradizionali, unita ad una agricoltura consapevole, riduce gli effetti negativi provocati dalle industrie e aiuta il suolo a tornare originario. Il dibattito è organizzato in collaborazione con MUA – Movimento universitario Altoatesino.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211