Risultati aeroporto: No a valanga con il 70,6%

Pubblicato il 13 Giugno 2016 in Infrastrutture

aeroporto bolzano  

No a valanga in tutta la Provincia: l’aeroporto di San Giacomo bocciato dalla stragrande maggioranza degli altoatesini. I risultati definitivi attribuiscono al No 134.155 voti (70,6%), al Sì 55.887 per il 29,4% dei consensi. Il risultato è senza appello: il No ha vinto in tutti i comprensori con oltre il 60 percento, tranne che nelle valli ladine dove vince di poco il Sì. Anche a Bolzano il fronte anti aeroporto supera il 60%. Nelle valli più lontane, Pusteria e Venosta, i contrari sfiorano l’80%, dato significativo per l’Svp. Questo il dettaglio:

Schermata 2016-06-13 alle 10.21.22

Per la Provincia una sconfitta netta: Palazzo Widmann sarà costretto ad uscire dalla società di gestione dello scalo che verrà così lasciato al suo destino senza più la possibilità di usufruire di contributi pubblici come prevedeva il progetto di legge sottoposto a consultazione.

Risultati aeroporto, l’indicazione dell’affluenza

Il trend peraltro era già intuibile dall’ottimo dato dell’affluenza, al 46,7% degli aventi diritto. Hanno votato in massa la Bassa Atesina e le zone più vicine allo scalo di San Giacomo. Il record a Cortaccia con il 77% dei votanti.

Kompatscher: «Metteremo in pratica esito voto». L’aeroporto sarà privato

«Rimango convinto che un aeroporto gestito dalla mano pubblica secondo regole ben precise sarebbe stata la soluzione migliore. – spiega Arno Kompatscher, presidente della Provincia di Bolzano – Ma i cittadini hanno deciso diversamente ed è questa l’essenza della democrazia. Ora  metteremo in pratica quanto i cittadini hanno deciso». E dunque, Bolzano non avrà più un aeroporto finanziato dalla mano pubblica, mentre la Provincia autonoma continuerà ad investire sulla mobilità, la ferrovia e il trasporto pubblico.

“La scelta di puntare sul referendum è stata giusta – ha sottolineato Kompatscher – dato che in passato, in virtù di una serie di paletti, la gestione dello scalo non è stata coronata dal successo. Alla luce di ciò – ha proseguito il Landeshauptmann – le possibilità erano due: un nuovo progetto di sviluppo, oppure l’uscita di scena della mano pubblica. Ogni altra soluzione avrebbe rappresentato uno spreco di denaro pubblico”. Ed ora i prossimi passi: il successo del no comporta non solo lo stop ad ogni ulteriore discussione in Consiglio del disegno di legge sull’aeroporto presentato dalla Giunta provinciale, ma anche quello ad ogni ampliamento della pista di decollo ed atterraggio. “Sia per quanto riguarda i 30 metri ulteriori previsti dal progetto di sviluppo – ha spiegato Kompatscher – sia per quanto riguarda i 138 metri già approvati”. Inoltre la Provincia sarà chiamata a cedere il 100% della partecipata ABD (Airport Bolzano Dolomiti), società che gestisce l’aeroporto, le cui quote verranno messe in vendita. “Nel caso in cui non vi fossero interessati – ha aggiunto il Landeshauptmann – la ABD verrà liquidata e la concessione aeroportuale passerà all’ENAC”.

Imprenditori, Pan: «Ci batteremo per essere una terra aperta»

Assoimprenditori Alto Adige prende atto dell’esito del referendum sull’aeroporto di Bolzano. “Vogliamo essere una terra aperta e continueremo
a batterci per questo”, sottolinea il Presidente Stefan Pan. La raggiungibilità è un elemento centrale per un territorio connesso con il mondo e al centro dell’Europa e un aeroporto efficiente è un fattore decisivo in questo contesto, proprio come le autostrade digitali o le reti stradali e ferroviarie. “Continueremo ad impegnarci per un Alto Adige raggiungibile e aperto e continueremo a farlo attraverso un dialogo che evidenzi rapporti e legami spesso nascosti. La raggiungibilità favorisce la creazione di valore e quindi le prestazioni sociali: sviluppo economico e welfare non si escludono a vicenda. E’ vero il contrario: lo sviluppo economico garantisce le prestazioni sociali”, prosegue Pan. Un altro di questi legami è quello tra filiere corte e reti più ampie: “Abbiamo bisogno di entrambe, le filiere lunghe sono quelle che garantiscono uno sviluppo a lungo termine del nostro territorio”, aggiunge il Presidente di Assoimprenditori.

 

Leggi il nostro Speciale Aeroporto

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211