Risanamento energetico, a Bolzano lavori su oltre 100 alloggi sociali

Pubblicato il 14 Giugno 2017 in Agenda

Risanamento energetico  

A Bolzano sono in corso lavori di riqualificazione energetica su oltre 100 alloggi sociali. L’iniziativa viene realizzata all’interno di «Sinfonia», un progetto europeo che viene sviluppato a Bolzano e a Innsbruck e in altre cinque città nell’arco di cinque anni. Gli interventi riguardano il risanamento energetico nell’edilizia sociale, la produzione e distribuzione di calore, le tecnologie intelligenti per monitorare l’ambiente e il fabbisogno energetico della popolazione. In questa sede vengono testate soluzioni innovative che potranno divenire un modello europeo nella gestione sostenibile dell’energia che potrà essere seguito da altre città.

Primo lotto di lavoro in via Brescia e via Cagliari

Ai civici di via Cagliari 10 e 10/A, un complesso risalente alla seconda metà degli anni ’70, e in via Brescia 1, 3 e 5 a Bolzano, l’Istituto per l’edilizia sociale (Ipes) ha in corso il primo lotto di lavori di risanamento di 106 alloggi con il recupero di sottotetti ad abitazione per un totale di 10 nuovi alloggi, mentre 12 appartamenti attualmente vuoti vengono ristrutturati nel corso del cantiere per la riassegnazione. La maggior parte dei lavori dovrebbe essere ultimata entro l’autunno 2017. Si proseguirà con il secondo lotto, che comprende le 2 scale di via Brescia 1-3-5 e che dovrebbe essere completato a giugno 2018. Il cantiere, infatti, è stato diviso in due lotti, per ridurre al minimo il disagio degli inquilini.

Sopralluogo dell’assessore Tommasini

Ieri pomeriggio, 13 giugno, hanno preso visione dello stato dei lavori durante un sopralluogo l’assessore provinciale Christian Tommasini, il direttore di Dipartimento Paolo Montagner, e per l’Ipes il presidente Heiner Schweigkofler, il direttore Wilhelm Palfrader, Manuela Paulmichl, Primo Schönsberg, Gianfranco Minotti e Melitta de Fonzo.

Per l’assessore Tommasini si tratta di «un esempio significativo e innovativo di come si possa fare recupero edilizio e risanamento energetico su infrastrutture datate guadagnando nuovi spazi abitativi. Grazie agli investimenti della Provincia e al grande know how tecnico dell’IPES vengono sperimentate tecniche costruttive moderne con standard elevatissimi di cui potranno godere i cittadini. Un intervento per nulla scontato». «Gli inquilini, coinvolti con momenti di informazione preventiva e in corso d’opera in costante rapporto con l’istituto e l’impresa – aggiunge il presidente dell’IPES Schweigkofler – dimostrano grande disponibilità a collaborare». Con il progetto, come ha spiegato il responsabile dei Servizi tecnici dell’Ipes Gianfranco Minotti, «si passerà da un consumo energetico di 180 a 20 KWh per metro quadro all’anno, e per il recupero dei sottotetti si utilizzano tecniche innovative impensabili fino a qualche anno fa».

Gli altri interventi di «Sinfonia»

Altri interventi del progetto «Sinfonia» interesseranno nei mesi a venire i civici di via Palermo 74-76-78-80 (38 alloggi) ed anche due edifici di via Milano 101 (12 alloggi e 5 negozi) e 103 (7 alloggi), pur non facendo strettamente parte del progetto, ma che vanno a completare l’intervento del quartiere, nonché i civici di via Similaum 10-12-14 (59 alloggi). La prossima settimana sarà firmato il contratto per il cantiere di via Similaun, e saranno aperte le offerte della gara d’appalto riferito all’intervento su via Palermo e via Milano.  A lavori completati il progetto «Sinfonia» prevede un’attività di monitoraggio dei consumi energetici per un periodo di almeno un anno. Questa fase sarà seguita da Eurac research, che al primo piano di via Cagliari 10 seguirà la realizzazione di un alloggio prototipo per dare la possibilità agli abitanti dell’edificio di «toccare con mano», prima della fine dei lavori, quanto l’Istituto sta realizzando per loro nel cantiere.



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211