Menu

Scontro imprenditori-Giunta sulla «riorganizzazione» di Alto Adige Finance

Pubblicato il 12 dicembre 2018 in Territorio

gi  

Alto Adige Finance rischia di diventare motivo di scontro fra la Giunta e gli imprenditori. Con la politica che annuncia una «riorganizzazione» che per gli imprenditori suona come chiusura. Ecco le due posizioni a confronto. La Provincia di Bolzano ha annunciato in una nota come «la riorganizzazione della società in house provinciale Alto Adige Finance, nell’ottica di una nuova e più efficace strategia di gestione dei fondi destinati allo sviluppo economico territoriale. Con la data del 31 dicembre 2019 Alto Adige Finance terminerà quindi la propria attività. La gestione delle attività sinora condotte da Alto Adige Finance Spa verrà riorganizzata in parte sotto l’Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico della Provincia e in parte sotto Pro Euregio SGR (già PensPlan Invest SGR). L’Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico continuerà a gestire le attività finanziarie più legate al territorio come i finanziamenti delle ristrutturazioni edilizie sulla base dell’importo teorico delle detrazioni fiscali, i mutui Risparmio Casa, il Fondo Strategico Trentino-Alto Adige, mentre Pro Euregio SGR Spa gestirà la partecipazione alla piattaforma AlpGIP. Il processo di riorganizzazione delle attività sarà ultimato entro giugno 2019».

«L’idea di un progetto pensato per gestire fondi regionali – continua il comunicato della Provincia –  a sostegno dello sviluppo economico delle due Province di Trento e Bolzano prende le mosse nel 2012. A quell’anno risale la nascita, per iniziativa della Provincia di Bolzano, della società Alto Adige Finance. Negli anni passati la società, grazie a un lavoro proficuo degli organi e grazie al proprio personale professionale e preparato in materia finanziaria, aveva raggiunto un ruolo di primo piano a livello locale e nazionale nelle politiche di promozione economica del territorio. I piani di razionalizzazione provinciali prevedevano tuttavia da tempo una riorganizzazione di tali attività, che la Giunta ha ora deciso di portare a compimento. Formalmente, dopo il trasferimento di tutte le attività, la società Alto Adige Finance verrà incorporata nella neonata NOI Spa, avendo individuato nella forma dell’incorporamento il modo adeguato di concludere la riorganizzazione, che verrà completata entro la fine del 2019».

La replica degli imprenditori

«Diamo ragione alla giunta provinciale quando afferma che Alto Adige Finance ha fatto un ottimo lavoro. Proprio per questo risulta di difficile comprensione la decisione di riorganizzare una società che funziona. Alto Adige Finance ha avuto un ruolo determinante nel sensibilizzare le aziende verso forme di finanziamento alternative e accompagnarle nei percorsi di crescita attraverso strumenti finanziari come i minibond», riassume il Presidente di Assoimprenditori, Federico Giudiceandrea.  Assoimprenditori ricorda come Alto Adige Finance sia nata nel 2012 per gestire il Fondo Strategico del Trentino Alto Adige per l’incentivazione dello sviluppo economico locale: «Un compito svolto egregiamente con strumenti finanziari innovativi e con misure, come il risparmio casa o l’anticipo delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, mirate a rafforzare il tessuto economico e sociale del territorio», afferma Giudiceandrea.

Il Consiglio di Presidenza di Assoimprenditori rileva inoltre come Alto Adige Finance sia diventato un partner per le imprese locali in materia finanziaria. «Alto Adige Finance ha assunto il ruolo di centro di competenza finanziario che sul nostro territorio mancava. Non c’è mai stata concorrenza tra la finanziaria provinciale e le istituzioni bancarie. Al contrario, forme di finanziamento alternative al credito bancario non lo escludono, ma aiutano le imprese ad ottenerlo. Da questo gioco di squadra ne ha tratto vantaggio l’intera economia».  La decisione della Giunta provinciale ha destato particolarmente sorpresa, anche perché Alto Adige Finance attraverso la sua attività è stata un punto di riferimento soprattutto per le imprese che hanno investito maggiormente e sono andate alla conquista di nuovi mercati: «Gli strumenti finanziari innovativi sono determinanti soprattutto per le imprese che si trovano in fase di crescita e creano benessere e valore aggiunto sul territorio attraverso nuovi investimenti, posti di lavoro e innovazione. Alto Adige Finance è riuscita a creare un importante rapporto di fiducia con queste imprese che ci auguriamo possa essere portato avanti e ulteriormente rafforzato in futuro. Su questo siamo disponibili a confrontarci al più presto con la giunta provinciale», così il Consiglio di Presidenza di Assoimprenditori.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Puoi leggere anche

Più letti

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211