Qualità della vita 2019, Bolzano al secondo posto dietro Milano

Pubblicato il 16 Dicembre 2019 in Territorio

 

Bolzano si attesta al secondo posto nella classifica sulla qualità della vita 2019 nelle province italiane stilata dal quotidiano Il Sole 24 Ore. Il capoluogo altoatesino si è posizionato alle spalle di Milano e davanti alle province di Trento e Aosta. Una edizione extra large quella di quest’anno, con 90 indicatori che celebra il trentesimo anniversario dell’indagine che fotografa il benessere nelle province italiane.

Insomma, sul podio trionfa l’eccellenza dell’autonomia: le località dell’arco alpino si confermano realtà ben funzionanti, e hanno conquistato un primato ciascuna in uno o più categorie:Bolzano nella «Demografia e società»; Trento in «Ambiente e servizi»; Aosta in «Ricchezza e consumi». Bolzano in particolare, registra una prima posizione nella voce sul tasso di natalità e sul tasso di disoccupazione più basso, specie in ambito giovanile. Peggiorano invece i numeri riguardanti giustizia e sicurezza rispetto all’anno scorso.

Milano vanta invece più record: il primato nella categoria «Affari e lavoro», il secondo posto nella classifica di tappa «Ricchezza e consumi» e il terzo in «Cultura e tempo libero». È negativa, invece, la performance in «Giustizia e sicurezza»: il capoluogo lombardo, con la sua provincia, si piazza in ultima posizione soprattutto per numero di reati denunciati e litigiosità. Un dato che potrebbe essere letto anche come segno che a Milano, a differenza di altre realtà geografiche, i cittadini denunciano di più i reati.

Potete consultare i dati qui: https://lab24.ilsole24ore.com/qualita-della-vita-2019/index.php .

Alexander Ginestous



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211