Lavori sul Ponte Eschenlohe, traffico deviato sulla vecchia statale della Val D'Ultimo

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Con una lunghezza complessiva di 160 metri, il ponte Eschenlohe, sulla strada provinciale per la val d’Ultimo a San Pancrazio d’Ultimo, è il secondo ponte più lungo in provincia di Bolzano. Costruito tra il 1962 e il 1965, il viadotto è attualmente oggetto di una serie di lavori che, una volta ultimati, porteranno al risanamento e al consolidamento della struttura. Al momento, nella zona del ponte, è stata creata una deviazione temporanea al traffico sul tracciato della vecchia strada della Val D’Ultimo (provinciale n.9).  “Deviando il traffico durante l’esecuzione dei lavori, le limitazioni per gli utenti della strada possono essere notevolmente ridotte e gli interventi possono essere eseguiti più rapidamente e in modo più sicuro”, spiega l’assessore provinciale alla Mobilità.

“A causa del terreno tortuoso e delle condizioni dell’arteria stradale la larghezza della corsia deve essere ridotta su alcuni, brevi, tratti”, spiega il responsabile unico del procedimento RUP presso la Ripartizione Infrastrutture, Augustin Hueber. “Tuttavia l’attraversamento dei veicoli rimane garantito”. Il traffico sarà deviato solo dopo il periodo di maggiore affluenza, cioè in autunno. I lavori di risanamento del ponte saranno ultimati entro il 2024 e in seguito la deviazione al traffico verrà rimossa. Nelle opere la Provincia investe circa 7,76 milioni di euro.

Ti potrebbe interessare