Sci, anno nuovo regole nuove: assicurazione obbligatoria per tutti e casco fino a 18 anni

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Casco fino a 18 anni, assicurazione, e per il momento anche green pass rafforzato per tutti. Il 2022 sulle piste da sci inizia con nuove regole per chi pratica discipline sportive invernali.

L’obbligo di portare il caso è stato innalzato a 18 anni per chiunque pratichi sci, snowboard, telemark e slittino. «Noi impiantisti siamo a favore di tutte quelle misure che contribuiscono ad aumentare la sicurezza», ha detto Andy Varallo, presidente di Dolomiti Superski. «C’è da dire che ormai la maggior parte degli sciatori di tutte le età fanno uso regolare di protezioni per il capo».

Bisognerà poi essere in possesso di una polizza assicurativa per responsabilità civile contro terzi. La maggior parte delle polizze copre già anche lo sci alpino, ma i gestori avranno l’obbligo di proporre la stipula dei contratti al momento della vendita dello skipass. «Lo facciamo da quasi 15 anni», aggiunge Varallo. «L’obbligo era già in vigore in provincia di Trento, mentre nelle altre zone era comunque possibile richiedere l’assicurazione». Sarà compito delle autorità competenti procedere alle verifiche sul possesso della polizza, in particolare le forze dell’ordine ne potranno richiedere evidenza in caso di incidenti in pista.

Verrà introdotto anche il divieto di praticare sport invernali in stato di ebbrezza, dopo aver assunto alcol o sostanze. Dato che la norma non indica il limite del tasso alcolemico che sancisce lo stato di ebbrezza, i gestori ipotizzano – in base a quanto dichiarato dal giudice bolzanino Carlo Busato alla stampa nelle scorse settimane –  che in caso di controllo si proceda sulla falsariga di quanto avviene in strada, dove il limite è di 0,5 mg di alcol per litro di sangue. A differenza di quanto previsto dal Codice, però, in caso di infrazione non saranno previste conseguenze penali.

In ultimo, non da dimenticare le direttive Covid ancora in vigore sulle piste da sci. Le ultime disposizioni prevedono l’utilizzo delle mascherine FFP2 per l’accesso agli impianti di risalita, e il possesso del green pass rafforzato, ottenibile solo con la vaccinazione o in seguito a guarigione da Covid.

Ti potrebbe interessare