Menu

Quadrante Piazza Walther, ecco il nuovo piano urbanistico

Pubblicato il 10 Gennaio 2019 in Infrastrutture

 

Una città che cambia, moderna e al passo con i tempi. Anche Bolzano si adegua al nuovo ridisegno delle cornici urbanistiche, e lo fa mettendo sotto la lente di ingrandimento tre poli principali: l’Hotel Città, l’edificio Ex Upim e Palazzo Campofranco. E il tutto cercando di minimizzare al meglio i tempi, con un nuovo piano regolatore di un quadrante troppo spesso “dimenticato” e che necessita di un nuovo Puc, piano urbanistico comunale.

L’Hotel Città, vero gioiello di Piazza Walther, vive un momento delicato. Tra un anno e mezzo scadrà il contratto di gestione, ed il Comune si prepara ad intervenire. Come? Aprendo anzitempo un bando per elaborare le offerte di affidamento, tramite l’associazione albergatori Hotelierverband. Attualmente la struttura è guidata dalla famiglia D’Onofrio, che si è detta interessata riguardo al rinnovo del mandato. Il Comune vuole comunque incrementare la qualità del posto, alzando la struttura di un altro piano e comprendendo nuovi supporti logistici. Il tutto al fine di ricavarne anche dell’utile.

A qualche passo di distanza, Palazzo Campofranco, ha già il cantiere aperto, pensato per rivoluzionarne l’aspetto. Verranno implementate nuove attività commerciali, in un edificio che sorgerà a forma di parallelepipedo, oltre che ad un ristorante al primo piano con vista sulla piazza. Il tutto condito da vetrate e scale che porteranno direttamente al cortile interno.

Dietro l’angolo infine, l’edificio dell’ex Upim, struttura vuota ormai da diversi anni ma che ora prenderà di nuovo vita. Al suo interno nascerà una parte commerciale , un ristorante e soprattutto una parte abitativa. Per gli interventi è stata chiesta una variante urbanistica al Comune, ed è in questi giorni che si sta lavorando al puc dell’area. Il nuovo proprietario della struttura, Heinz Peter Hager, ha affidato i lavori allo studio di architettura Area 17.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211