Parlamento studentesco europeo, a Bolzano si discute di scienza

Pubblicato il 20 Gennaio 2016 in Innovazione

Parlamento studentesco europeo  

Cento ragazzi dall’Alto Adige e dalle altre regioni alpine parteciperanno al Parlamento studentesco europeo che si riunisce a Bolzano da lunedì 25 a mercoledì 27 gennaio 2016. L’iniziativa, ospitata dall’Eurac e finanziata dalle fondazioni Robert Bosch, Bayer e Cassa di Risparmio, sarà un momento di confronto sul tema “The future of human being”, il futuro dell’essere umano. Gli studenti si divideranno in gruppo e ascolteranno il parere di alcuni esperti, elaborando alla fine delle proposte. Che saranno presentate pubblicamente mercoledì 27 gennaio, alle 14.00, al cortile interno di palazzo Widmann (piazza Silvius Magnago 1, Bolzano) con la partecipazione del vicepresidente della giunta provinciale Christian Tommasini.

La scienza al centro dei cinque assi

Sono cinque i temi su cui verterà la discussione del Parlamento studentesco europeo. Il primo è “The human brain”, il cervello umano, il suo funzionamento e la possibilità di una sua simulazione artificiale. Il secondo è “Living and eating healthy – but how?”, focus sul cibo biologico, il vegetarianesimo e le loro conseguenze di lungo periodo. Terzo tema è “Stem cells – the potential allrounders?”, sulla sfida delle cellule staminali per il futuro della ricerca scientifica. Quarto tema “Exploring the inside”, ancora sulla scienza e sulla frontiere della diagnosi  come il microscopio a fluorescenza. Infine il quinto focus è su “Imitating nature”, incentrato sulla biologia sintetica.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211